A- A+
Il Sociale
disabile carrozzina

Schiaffi, botte, percosse, colpi, perfino capelli tirati, a un paziente disabile: un video però smascherò un'assistente di una cooperativa sociale e ora la donna, cinquantenne, ha patteggiato una condanna a 1 anno e 6 mesi. I fatti risalgono al 2009 e sono stati rievocati davanti al gup di Arezzo, Giampiero Borraccia. L'operatrice della cooperativa era accusata di maltrattamenti, percosse e omissione di custodia di persone portatrici di handicap.

A condurre le indagini è stato il pm Roberto Rossi basandosi su una serie di riprese video realizzate da un compagno di lavoro della donna disgustato dai suoi metodi pesanti. Stando a quanto ricostruito, nelle immagini si vedevano con evidenza schiaffi, botte e capelli tirati ai danni di uno dei pazienti in cura. Il pm decise quindi di chiedere il rinvio a giudizio dell'assistente.

Così, in sede di udienza preliminare la cinquantenne, nel frattempo licenziata dalla cooperativa, ha patteggiato la pena, mentre alla Usl 8 di Arezzo andranno 2.000 euro di spese di costituzione di parte civile. La vicenda ricorda per alcune analogie quella dell'asilo Cip&Ciop di Pistoia dove i maltrattamenti inflitti dalle educatrici ai bambini vennero scoperti proprio grazie a telecamere posizionate dagli investigatori dopo alcune segnalazioni.
 

Tags:
disabileschiaffivideocondanna

i più visti

casa, immobiliare
motori
DS Automobiles svela le sue Edizioni Limitate

DS Automobiles svela le sue Edizioni Limitate


Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.