A- A+
Il Sociale
Dopo "Soldi" di Mahmooud, la lingua dei segni approda in Parlamento

“Il video in lingua dei segni della canzone ‘Soldi’ di Mahmood interpretato dall’olandese Hanneke de Raaf e’ un altro squarcio nel silenzio dell‘Italia".

"Solo la nostra Nazione infatti, rimanendo indietro nel campo dei diritti civili, non ha ancora riconosciuto la lingua dei segni. Ci auguriamo che la maggioranza proceda quanto prima ad esaminare la proposta di Fratelli d’Italia e per sollecitare le istituzioni ho deciso di invitare in Parlamento l’interprete del video. Non possiamo più attendere, non possiamo più lasciare soli i sordi e le loro famiglie che per troppo tempo sono state dimenticate e condannate a cavarsela da sole nei quotidiani problemi di accessibilità alla comunicazione”. 


Lo dichiara Augusta Montaruli, deputato di Fratelli d’Italia che nello scorso 22 marzo intervenne in Aula usando il linguaggio dei segni per sollecitare governo e maggioranza ad approvare un provvedimento di FDI a favore delle persone sorde.

 

Iscriviti alla newsletter
Commenti
    Tags:
    "soldi"; mahmooud; la lingua dei segni
    in evidenza
    La startup EdilGo guida la ripresa edile in Italia

    Corporate - Il giornale delle imprese

    La startup EdilGo guida la ripresa edile in Italia

    i più visti
    in vetrina
    CDP, approvato Piano Strategico. Gorno Tempini: "Occasione senza precedenti"

    CDP, approvato Piano Strategico. Gorno Tempini: "Occasione senza precedenti"


    casa, immobiliare
    motori
    ŠKODA KAROQ: il SUV boemo di grande successo si aggiorna

    ŠKODA KAROQ: il SUV boemo di grande successo si aggiorna


    Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

    © 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

    Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

    Contatti

    Cookie Policy Privacy Policy

    Cambia il consenso

    Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.