A- A+
Il Sociale

 

banlieue a

In Francia sta facendo discutere il caso di un cittadino rinviato a giudizio per aver aiutato una donna senza permesso di soggiorno. La notizia è riportata dal quotidiano Le Monde. Sul piede di guerra sono scese le associazioni che si occupano di immigrazione e di diritti umani, a cominciare da Amnesty international, che denunciano il ritorno del cosiddetto “reato di solidarietà”, che permetteva di perseguire legalmente chi aiutava o facilitava il soggiorno sul territorio francese di immigrati irregolari e che è stato abolito il 31 dicembre scorso.

Al centro delle polemiche la vicenda giudiziaria di un anziano signore di 70 anni, Léopold Jacquens, ex disegnatore tecnico per la Renault e militante in varie associazioni da quasi quarant’anni. L'accusa per Jacquens è di aver rilasciato, nel 2011 e nel 2012, due falsi certificati di alloggio per una donna congolese “sans papier” di 50 anni per farle ottenere un permesso di soggiorno.

Il procedimento è stato avviato per "falsa dichiarazione individuale”. L'imputato parla di un gesto di umanità: "Ho incontrato questa donna alla Croce Rossa, che era malata e mi ha detto che per continuare la cura a Le Havre, aveva bisogno di questo certificato." Ma il procuratore della Repubblica parla di “fatti gravi” e di un uomo "pronto a tutto per portare avanti la sua causa." Il giudizio è rinviato al 3 ottobre. L’anziano signore rischia un anno di carcere e 15.000 euro di multa.

Tags:
franciareatosolidarietàimmigrazione
in evidenza
Aria fredda polare sull'Italia Fine maggio da... brividi

Meteo previsioni

Aria fredda polare sull'Italia
Fine maggio da... brividi

i più visti
in vetrina
Banca Ersel, inaugurato il progetto di ristrutturazione della nuova sede

Banca Ersel, inaugurato il progetto di ristrutturazione della nuova sede


casa, immobiliare
motori
BMW, nuova iX xDrive50 rivoluziona il piacere di viaggiare

BMW, nuova iX xDrive50 rivoluziona il piacere di viaggiare


Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.