A- A+
Il Sociale

In merito alle diverse iniziative parlamentari in tema di riconoscimento delle unioni tra persone dello stesso sesso, il presidente del Gruppo parlamentare Pdl alla Camera dei deputati, Renato Brunetta, rende noto che si sta lavorando all'elaborazione di una proposta di legge in grado di rappresentare la sintesi tra le diverse sensibilita' presenti all'intero del Gruppo stesso. E' quanto si legge in una nota. Tale tentativo - aggiunge la nota - e' dovuto alla volonta' di raggiungere il piu' ampio consenso possibile e dare, in questo modo, maggiore forza alla proposta che verra' elaborata.

Le coppie eterosessuali e quelle omosessuali devono godere degli stessi diritti civili. E' l'obiettivo a cui mirano Giancarlo Galan, Sandro Bondi, Daniele Capezzone, Gabriella Giammanco, Laura Ravetto e Stefania Prestigiacomo, promotori della proposta di legge sulla 'Disciplina dell'unione omoaffettiva', presentata oggi in conferenza stampa. Il presidente della commissione Cultura della Camera, Galan, ha subito ringraziato il sostegno dei colleghi di partito in "questa battaglia, perche' ci vuole anche un po' di coraggio per fare queste iniziative". Galan ha poi chiarito che si tratta di una proposta "moderata e aperta al contributo di tutti". Ma, e' la convinzione di tutti i promotori, "non si puo' piu' perdere tempo, l'Italia deve essere al passo con tutti gli altri Paesi".

Quanto alle critiche, riferisce Galan, "sono state a mio avviso molto risibili e insostenibili: mi hanno detto che la proposta non e' sostenibile dal punto di vista economico. Ma stiamo scherzando? Non ci sono soldi per il riconoscimento di un diritto? O mi hanno detto che non e' il caso in un momento drammatico per il Paese pensare a queste cose... per me c'e' sempre il tempo per riconoscere a tutti quelli che ne hanno diritto di essere felici, non e' piu' sostenibile che si facciano differenze in base all'orientamento sessuale. Chiedo scusa a chi in questi anni ha subito discriminazioni e sofferenze". Galan non nasconde il suo favore anche per le adozioni, tema non contenuto nella proposta, ma garantisce: "Torneremo a parlarne". Bondi si dice "orgoglioso di testimoniare la mia adesione personale al progetto di legge, testo che ho depositato anche al Senato. Ritengo che la tematica dei diritti civili, e parlo come parlamentare del Pdl, sia essenziale soprattutto in questo momento per definire chi siamo e qual e' la nostra identita' vera di liberali, perche' abbiamo sempre detto di essere liberali, e invece in questi anni, soprattutto da quando e' nato il Pdl, la nostra identita' si e' di molto offuscata. Siamo innanzitutto un partito laico e non confessionale". Bondi spiega di non capire "perche' i cattolici oggi dovrebbero essere contro le unioni civili, non capisco il perche', non trovo una ragione. Semmai dovrebbero essere a favore del riconoscimento dei diritti civili".

"Ho letto che alcuni amici del Pdl - prosegue Bondi in conferenza stampa - sostengono che la maggioranza del partito non la pensa come noi e che serve una linea comune e, per altro, che serve una moratoria: discutere e' sempre bene, anzi necessario. Ma io non sono per una linea imposta da una maggioranza - lo dico a Roccella che sostiene di essere la maggioranza - ma su questi temi che riguardano la sfera personale io rivendico fino in fondo la liberta' di coscienza e non mi adeguero' a nessuna maggioranza". Dello stesso avviso Prestigiacomo, mentre per Ravetto "abbiamo il dovere di andare avanti". Infine, Giammanco ritiene "che quando si parla di diritti non ci siano mezze misure. Mi auguro si possa aprire dibattito senza tabu' e pregiudizi e portare a casa il risultato". Al testo hanno collaborato anche Gaycenter, Agedo e Gay Lib. In sintesi, la proposta - composta di 28 articoli - non riguarda ne' l'equiparazione del matrimonio ne' le adozioni, ma ha lo scopo di riconoscere gli stessi diritti civili di cui oggi godono le coppie eterosessuali non unite in matrimonio. La coppia omoaffettiva, si legge, "e' l'accordo tra due persone dello stesso sesso al fine di regolare i rapporti personali e patrimoniali relativi alla loro vita in comune, nei limiti delle disposizioni della presente legge".

Tags:
unioni civiligaypdlcamera

i più visti

casa, immobiliare
motori
Mustang Mach-E: Il primo SUV completamente elettrico di Ford

Mustang Mach-E: Il primo SUV completamente elettrico di Ford


Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.