A- A+
Il Sociale
Addio a don Gelmini. Il prete anti-droga che si schierò con Berlusconi

Don Pierino Gelmini, fondatore della Comunità Incontro di Amelia è morto nella notte. Don Gelmini era da tempo malato.  Il prete è deceduto nelle sue stanze di Molino Silla di Amelia vicino in provincia di Terni. Accanto a lui i suoi piu' stretti collaboratori. Già presbitero cattolico, è stato dimesso dallo stato clericale dalla Chiesa cattolica nel 2008.

"Don Pierino Gelmini è stato assistito fino in ultimo dai ragazzi che lui ha assistito per una vita": ha detto Gianpaolo Nicolasi, uno dei suoi più stretti collaboratori.

Don Gelmini è stato da sempre impegnato nel recupero dei tossicodipendenti. La comunità ha sedi in tutto il mondo. Nel 2008 don Gelmini è stato coinvolto in un'inchiesta della procura di Terni per presunte molestie sessuali nei confronti di una decina di allora ospiti della struttura.

Accuse che don Gelmini ha sempre respinto in maniera decisa rivendicando la correttezza del suo operato. Circa un anno dopo l'inizio dell'indagine don Gelmini ha chiesto ed ottenuto di essere ridotto allo stato laicale. Il processo in corso davanti al tribunale di Terni era da tempo sospeso proprio per le precarie condizioni di salute di don Gelmini.

"Non è in grado di partecipare coscientemente" al processo a suo carico stabilì la perizia disposta dal tribunale di Terni. Si svolgeranno domani, alle 10,30, i funerali di Don Pierino Gelmini, fondatore della Comunita' Incontro di Amelia, morto ieri sera a 89 anni. Le esequie si terranno nella sede storica della comunita', a Molino Silla, ad Amelia, in provincia di Terni. Oggi, intanto, sara' aperta la camera ardente.

Tags:
don gelminidrogamorto
in evidenza
Berardi ciliegina dello scudetto Leao deve 20 mln allo Sporting

Le mosse del Milan campione

Berardi ciliegina dello scudetto
Leao deve 20 mln allo Sporting

i più visti
in vetrina
Simest, la qualità a supporto della competitività delle esportazioni italiane

Simest, la qualità a supporto della competitività delle esportazioni italiane


casa, immobiliare
motori
FIAT premia lo stile di guida ecosostenibile con la Nuova 500

FIAT premia lo stile di guida ecosostenibile con la Nuova 500


Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.