A- A+
Il Sociale
Giornata mondiale del Commercio Equo, fatturato di 8 miliardi di euro

Il 9 maggio 2015, è la Giornata Mondiale del commercio equo e solidale. La World Fair Trade Day è un'iniziatva dell'Organizzazione Mondiale del Commercio Equo e solidale (World Fair Trade Organization -WFTO-) che si tiene il secondo sabato di maggio ogni anno.

Si tratta di un programma planetario di eventi (www.wfto.com) che celebrano il Fair Trade come contributo possibile alla lotta alla povertà e allo sfruttamento, al cambiamento climatico e alla crisi economica che ha il suo maggior impatto sulle popolazioni più vulnerabili. Il Commercio Equo e Solidale ha oltre 50 anni e oggi coinvolge in tutto il mondo circa 2mila organizzazioni di produttori, oltre 10 milioni di persone se contiamo i consumatori per un fatturato che ormai supera gli 8 miliardi di euro all'anno.

“La giornata del Commercio equo e solidale è stato istituito per consentire ai produttori , specialmente quelli più piccoli, di migliorare le loro condizioni di vita in modo sostenibile. Oggi, l'impatto positivo del commercio equo non è solo sui produttori, ma su tutti noi e il nostro stile di vita. Il Commercio Equo e Solidale è un movimento di persone, fatto da persone, per le persone” dichiara Rudi Dalvai presidente WFTO.

In occasione di questa giornata, l'Assemblea Generale Italiana del Commercio Equo e Solidale (AGICES-Equo Garantito, www.equogarantito.org) -che rappresenta il Fair Trade italiano- presenta il suo "Rapporto annuale 2015", con gli ultimi dati sul commercio equo nostrano. Sono 84 le organizzazioni del fair trade italiano, cooperative e consorzi cui fanno capo quasi 33mila soci e oltre 5mila volontari. I punti vendita (le cosiddette “Botteghe del mondo”) sono 256. I soci AGICES raggiungono un valore aggregato di produzione di oltre 78 milioni di euro.

In Italia sono ormai 12 le Regioni italiane dotate di una legge di sostegno al commercio equo: l'ultima è la Regione Lombardia, che ad aprile ha approvato la legge 9/2015.
In Parlamento inoltre è in via di discussione una legge nazionale, che potrebbe essere promulgata in occasione della Settimana Mondiale del Commercio Equo e Solidale (in programma a Milano dal 23 al 31 Maggio).

La giornata mondiale del Fair Trade costituisce un'anteprima dell'evento più rilevante nella storia del commercio equo e solidale mondiale, la World Fair Trade Week.

La settimana del commercio equo e solidale si terrà infatti a Milano, dal 23 al 31 maggio, e registra una partecipazione record di produttori e rappresentati di Fair Trade da tutto il mondo: oltre 270 delegati da 55 Paesi da 5 continenti per la WFTO Conference (dal 24 al 27 maggio), 43 studi da università di tutto il mondo e oltre 150 ricercatori e operanti partecipanti al Fair Trade Symposium (dal 29 al 31 maggio), 27 ristoranti che proporranno menù ed eventi con prodotti del fair trade (Milano Fair Cuisine, dal 16 al 31 maggio), 30 espositori alla prima esposizione internazionale di moda etica e solidale in Italia (Fair&Ethical Fashion Show, dal 22 al 24 maggio), 250 stand con 160 espositori da 30 Paesi e 4 continenti alla prima fiera mondiale del commercio equo e solidale, Milano Fair City, alla Fabbrica del Vapore dal 28 al 31 maggio, per la quale si attendono almeno 25mila visitatori.

Tags:
giornata mondiale commercio equo
in evidenza
Arriva l'aria polare dalla Svezia Fine maggio brividi. Previsioni

Meteo

Arriva l'aria polare dalla Svezia
Fine maggio brividi. Previsioni

i più visti
in vetrina
Simest, la qualità a supporto della competitività delle esportazioni italiane

Simest, la qualità a supporto della competitività delle esportazioni italiane


casa, immobiliare
motori
Nuova Maserati MC20 Cielo, la spider dal tetto retrattile

Nuova Maserati MC20 Cielo, la spider dal tetto retrattile


Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.