A- A+
Il Sociale

L'Inail allarga la sua rete di protezione, mettendo a suo carico anche le spese per farmaci di fascia C, finora non rimborsabili, sostenute da lavoratori infortunati o che hanno contratto malattie professionali. Si tratta di un ampio spettro di medicine, dai prodotti economici a medicinali cari, dagli antibiotici agli ansiolitici.

Una circolare emanata da circa un mese prevede, infatti, che gli esborsi sostenuti per l'acquisto di numerosi trattamenti necessari ''al recupero dell'integrità' psico-fisica a seguito di infortuni o tecnopatie'' siano risarciti dall'Istituto. Rientrano quindi cure e farmaci utilizzati in chirurgia, ortopedia, oculistica, dermatologia, neurologia e psichiatria. Le spese devono essere certificare da parte dei medici dell'Istituto nazionale per l'assicurazione contro gli infortuni sul lavoro e gli interessati dovranno fornire lo scontrino che ne confermi l'acquisto.

Per il direttore generale dell'Inail, Giuseppe Lucibello, viene cosi' ribadito il ruolo proprio dell'Istituto, ''di garante dei diritti costituzionalmente previsti e di amministrazione dalla spiccata vocazione solidaristica''. Il sovraintendente medico dell'Inail, Giuseppe Bonifaci, spiega la portata della novità' introdotta ricordando come il Sistema sanitario nazionale prevede forme di rimborso solo per i farmaci di prima fascia, i cosiddetti "salvavita" totalmente a carico dello Stato, e di seconda fascia, solo in parte ricadenti sulle tasche del cittadino. Mentre ora il risarcimento si estende a tanti farmaci prima esclusi, ma comunque essenziali per il recupero di un lavoratore infortunato. Si va ''dalle classiche pomate oftalmiche agli antidolorifici, fino - spiega Bonifaci - a medicinali decisamente più' costosi, come il vaccino per l'osteomielite o a quelli necessari per curare i disturbi di origine nervosa legati a traumi psichici post-infortunio''.

E non finisce qui: dopo una prima fase di sperimentazione, che servirà' a verificare la compatibilità' economica dei rimborsi con il budget dell'Inail, c'e' l'intenzione di allargare ulteriormente le maglie del sostegno. L'obiettivo, infatti, e' coprire non solo le spese nella fase di guarigione, ma prevedere rimborsi pure per il periodo di stabilizzazione.
 

Tags:
inailprestazioni

i più visti

casa, immobiliare
motori
Nuova Tiguan Allspace, aperti gli ordini del suv a sette posti

Nuova Tiguan Allspace, aperti gli ordini del suv a sette posti


Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.