A- A+
Il Sociale
manganelli

Una "struttura interforze" e "multidisciplinare" contro il fenomeno delle discriminazioni. E' la nuova iniziativa annunciata dal capo della polizia, Antonio Manganelli, in occasione della cerimonia di premiazione dell'VIII e IX edizione del "Premio Palatucci", intitolato all' ultimo questore di Fiume, morto nel '44 a 36 anni nel campo di sterminio di Dachau per aver sottratto migliaia di ebrei alle persecuzioni naziste.

"Presenteremo questo progetto in Europa a maggio", ha promesso Manganelli. Quello legato al progetto "è un messaggio importante", ha sottolineato il capo della polizia: "chiarirà quali sono le categorie piu' esposte alle discriminazioni e segnalerà che queste categorie hanno bisogno di essere ben conosciute nella loro fragilità oggettiva e sostenute non solo dal sistema di sicurezza: coinvolgeremo tutti coloro che possono dare un contributo in termini di analisi e migliore comprensione, perchè non si può combattere un fenomeno tanto complesso senza conoscerlo a fondo".

Queste categorie - ha concluso Manganelli - andranno "difese non solo nel mondo reale, individuando gli interlocutori giusti, ma anche nel web, dove abbondano le cattiverie, l'aggressività, gli insulti spesso fini a se stessi. E' un percorso attento e largamente condiviso, non solo dalle forze di polizia".

Tags:
manganellidiscriminazioni
Loading...

i più visti

casa, immobiliare
motori
Jeep Gladiator: il pick-up da off-road

Jeep Gladiator: il pick-up da off-road


Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.