A- A+
Il Sociale
Scambio di embrioni, c'è la conferma. Lite tra "madri"

I test genetici sugli embrioni impiantati in una donna all'ospedale Pertini di Roma, al centro di un clamoroso scambio, hanno individuato la coppia che presenta "compatibilità genetica", escludendo tutte le altre coppie coinvolte. Ed è subito scontro tra le famiglie. La denuncia: "Fate chiarezza, non vogliamo vivere tutta la vita con dubbio lancinante". Il racconto dei genitori mancati: "Un’infermiera ammise che c’era un errore"


PROVA DEL DNA - I test genetici sugli embrioni impiantati in una donna all'ospedale Pertini di Roma, al centro di un clamoroso scambio, hanno individuato la coppia che presenta "compatibilita' genetica", escludendo tutte le altre coppie coinvolte. Lo rende noto un comunicato della Asl Roma B. "I risultati delle analisi predisposte dalla Commissione interistituzionale istituita ed eseguite dal Prof. Novelli Rettore dell'Universita' degli Studi di Roma "Tor Vergata" e dalla sua e'quipe in collaborazione con la Prof.ssa Grammatico della Sapienza/San Camillo - si legge nella nota - confermano l'incompatibilita' genetica riscontrata presso il Centro Sant'Anna della ASL RMA ed hanno dimostrato la compatibilita' genetica con una delle coppie coinvolte nella seduta interessata. Alle due coppie coinvolte va tutta la nostra sincera solidarieta' garantendo loro tutta l' eventuale assistenza professionale. I risultati delle analisi effettuate unitamente ai riscontri procedurali delle operazioni svolte durante la seduta di trasferimento degli embrioni escludono il coinvolgimento delle altre coppie che sono state prontamente informate. Per quanto riguarda gli aspetti organizzativi la Direzione di concerto con la Commissione interistituzionale, ha provveduto alla nomina di un nuovo responsabile della struttura della Procreazione Medicalmente Assistita, rafforzato le procedure e confermato il fermo degli arruolamenti, riservandosi l'adozione di tutti gli ulteriori provvedimenti ritenuti necessari anche alla luce dell'indagine ministeriale".

Scontro tra le coppie che si contendono i due gemellini che crescono nel grembo della mamma a cui è stato impiantato l’embrione sbagliato. I coniugi costretti a fare i conti con la dolorosa rinuncia ad avere bimbi pochi giorni dopo l’appuntamento al Sandro Pertini del 4 dicembre scorso hanno presentato un esposto in Procura che ha portato all’apertura dell’inchiesta.

La procura di Roma indaga sul possibile scambio di embrioni avvenuto all'ospedale Sandro Pertini. Un procedimento in 'atti relativi', cioe' senza ipotesi di reato e senza indagati, e' stato aperto dal procuratore aggiunto Leonardo Frisani e dal pm Claudia Alberti dopo la denuncia presentata ieri dall'avvocato Pietro Nicotera. Il penalista assiste una donna che non esclude di essere la madre biologica dei due gemellini i cui feti sono nel grembo di un'altra. Nella denuncia, il legale ipotizza una serie di violazioni della legge 40 del 2004 che, pero', prevede solo sanzioni di tipo amministrativo e non penali. Gli inquirenti potrebbero decidere di acquisire, gia' nelle prossime ore, la documentazione medica delle quattro donne (compresa la denunciante, l'unica a non essere rimasta incinta) che tra il 2 e il 4 dicembre scorso sono state sottoposte al transfert degli embrioni.

Tags:
romainchiestascambio embrioni
in evidenza
"Professione Manager". Perrino ospita Scaroni e Fiorani

Affari al Festival dell'Economia

"Professione Manager". Perrino ospita Scaroni e Fiorani

i più visti
in vetrina
Simest, la qualità a supporto della competitività delle esportazioni italiane

Simest, la qualità a supporto della competitività delle esportazioni italiane


casa, immobiliare
motori
Nuova Maserati MC20 Cielo, la spider dal tetto retrattile

Nuova Maserati MC20 Cielo, la spider dal tetto retrattile


Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.