A- A+
Il Sociale
topelement

Cessato allarme. Nulla da eccepire sul porno e nessun rischio per la "libertà d'espressione su internet". Il Parlamento europeo ha cancellato dalla risoluzione per "l'eliminazione degli stereotipi di genere in Europa" la frase che evocava il "divieto di tutte le forme di pornografia nei mezzi di informazione e della pubblicità di turismo sessuale".

Il testo emendato è stato approvato a larga maggioranza per alzata di mano. Nel fine settimana era bastata l'idea che un giorno in Europa si potesse anche solo pensare a vietare il porno per scatenare un'ondata di mail di protesta che hanno costretto il Parlamento europeo a porre filtri alle caselle di posta elettronica, subissate da oltre un milione di messaggi.

Inviati però, a quanto riferiscono fonti parlamentari, da un numero "molto limitato" di indirizzi IP. Segno abbastanza evidente di una possibile strumentalizzazione del caso. D'altro canto la frase incriminata era entrata nel testo solo per "errore", come spiegato dall'autrice della mozione, l'olandese Kartika Tamara Liotard. Che la pornografia voleva vietarla, ma solo nelle pubblicità. "C'è stato un problema di comunicazione - ha affermato - dovuto al fatto che è stata utilizzata la parola 'media', l'intenzione iniziale era rivolta a chi realizza pubblicità, non ai mezzi di informazione".

Tags:
porografiapornoeuropakartika tamara liotard

i più visti

casa, immobiliare
motori
Nissan Ariya protagonista nella conquista dei due Poli

Nissan Ariya protagonista nella conquista dei due Poli


Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.