A- A+
Il Sociale
Unioni civili, asse Pd-5S. Primo sì in Senato coi voti contrari di Ncd e Fi

La commissione Giustizia del Senato ha dato il via libera al testo base sulle Unioni civili con il voto favorevole di Pd, M5S e Psi ma con il no di Ncd, partito di maggioranza.

Esulta il senatore dem Andrea Marcucci: "E' il primo importante passo. Ora aspettiamo il via libera del Senato sulle unioni civili entro fine maggio. Il testo della collega Monica Cirinna' e' di natura parlamentare: oggi abbiamo dimostrato che c'e' un'ampia maggioranza in grado di colmare un gap storico con il resto dell'Europa". "Il provvedimento ricalca il modello tedesco - aggiunge Marcucci - cosi' come Matteo Renzi aveva proposto durante le primarie del Pd".

"Area popolare ha votato contro il testo base Cirinna' sulle unioni civili perche' di fatto le equipara al matrimonio" conferma la senatrice di Ap-Ncd Federica Chiavaroli. "Per noi il matrimonio e' solo quello tra un uomo ed una donna, cio' non esclude che siamo disponibili a discutere di unioni civili ma solo se sono cosa ben diversa dal matrimonio".

"Pd e 5 Stelle hanno espresso sul ddl istitutivo del matrimonio omosessuale prima che un voto una cultura comune che mette in discussione il compromesso repubblicano che diede luogo alla nostra Costituzione ove il matrimonio e' collegato alla "societa' naturale" afferma Maurizio Sacconi, che ribadisce il voto contrario di Ncd ma spiega: "Si tratta di un atto divisivo della nazione anche se non investe il patto di maggioranza costruito sulla emergenza economico-sociale".

ARCIGAY- "Un primo passo ma la strada impervia comincia ora": con prudente soddisfazione Flavio Romani, presidente di Arcigay, commenta l'approvazione in Commissione Giustizia del Senato del testo base per le unioni civili presentato dalla relatrice Monica Cirinnà. "L'obiettivo per noi resta il matrimonio e la piena parità - spiega Romani - ma non per questo rinunciamo a seguire l'iter di questa legge. Non siamo ingenui, l'orizzonte è pieno di trappole, le stesse in cui è incappata, ad esempio, la legge contro l'omotransfobia. Il nostro appello è quindi rivolto ai senatori affinché sul testo approvato oggi, nel dibattito in aula, non ci siano arretramenti: su questo vigileremo con attenzione. L'Italia ha l'occasione di colmare una distanza siderale dal resto dell'Europa, ed è per questo che facciamo appello a tutte le forze politiche in maniera trasversale: sprecare questa occasione sarebbe un errore madornale, non ce lo possiamo proprio permettere".

Iscriviti alla newsletter
Tags:
unioni civiliassepd-5ssenatoncdfi
in evidenza
Risolvi il tuo Debito: aiutate più di 300 mila persone in 12 anni di attività

Corporate - Il giornale delle imprese

Risolvi il tuo Debito: aiutate più di 300 mila persone in 12 anni di attività

i più visti
in vetrina
CDP, approvato Piano Strategico. Gorno Tempini: "Occasione senza precedenti"

CDP, approvato Piano Strategico. Gorno Tempini: "Occasione senza precedenti"


casa, immobiliare
motori
Nuovo Ranger, creato da Ford ma ideato dai suoi stessi clienti

Nuovo Ranger, creato da Ford ma ideato dai suoi stessi clienti


Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.