A- A+
Speciale Quirinale


Di Alberto Maggi (@AlbertoMaggi74)


I numeri parlano chiaro. Circa quaranta grandi elettori di Forza Italia hanno disatteso (o meglio, tradito) le indicazioni dell'ex Cavaliere, nonostante Berlusconi avesse piazzato delle vedette vicino alle urne per cronometrare i parlamentari, e hanno votato Sergio Mattarella. In Aula alla Camera è andata in scena la plastica dimostrazione di un partito ormai allo sbando. Due terzi dei grandi elettori azzurri si sono alzati e hanno applaudito l'elezione del nuovo Presidente, mentre gli altri sono rimasti seduti senza battere le mani. Alcuni parlamentari di Fi hanno avvicinato i colleghi della Lega confidando loro: "Ormai siamo finiti. Veniamo con voi". Altri azzurri hanno chiaramente raccontato di aver votato Mattarella e ora vorrebbero ricucire con Renzi. I berlusconiani non sanno bene cosa fare. Alcuni dei fedelissimi avrebbero voluto uscire dall'Aula, proprio per evitare i tradimenti con la scheda bianca. E invece l'ex premier ha di nuovo tracheggiato e ha scelto una via di mezzo che spaccato ulteriormente il partito. L'impressione a Montecitorio è che ormai sia una guerra per bande e che sia in atto una vera e propria resa dei conti. Una resa dei conti che questa volta non si limiterà ai siluri di Fitto ma che potrebbe travolgere non solo i capigruppo e Giovanni Toti ma anche lo stesso Berlusconi. Nell'emiciclo della Camera sembra che si sia consumato il funerale di Forza Italia.

Tags:
forza italiaberlusconi
in evidenza
"Io e Massara senza contratto Poco rispettoso da Elliott..."

Milan, Maldini attacca

"Io e Massara senza contratto
Poco rispettoso da Elliott..."

i più visti
in vetrina
Scatti d'Affari Design Week 2022: per la prima volta le creazioni del lighting designer Entler

Scatti d'Affari
Design Week 2022: per la prima volta le creazioni del lighting designer Entler


casa, immobiliare
motori
Peugeot E-Rifter, il multispazio elettrico adatto a differenti esigenze

Peugeot E-Rifter, il multispazio elettrico adatto a differenti esigenze


Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.