A- A+
Sport
cancellara

Le previsioni meteo per il fine settimana, nel nord Europa, sono per una Parigi – Roubaix senza pioggia e quindi senza fango: una buona notizia per i partecipanti all’Inferno nel Nord, che negli oltre 250 chilometri del tracciato 2013 dovranno vedersela “solo” con i passaggi sul pavé, in particolari i classici della Foresta di Arenberg e del Carrefour de l’Arbre.
   La corsa sembra avere un protagonista annunciato, lo svizzero Fabian Cancellara, che Snai quota 1,75 per la vittoria: fresco vincitore del Giro delle Fiandre domenica scorsa, “Spartacus” ha già fatto sua la Roubaix nel 2006 e nel 2010. Lo stato di forma dello svizzero sembra aver tagliar fuori ciclisti come Taylor Phinney, quotato 12, e Sylvain Chavanel, quotato 15. Lo statunitense, 15° nell’edizione 2012 e settimo classificato nella Milano-Sanremo di quest’anno, ha vinto due volte la Parigi-Roubaix Under 23, ma non sembra in grado di tener testa a Cancellara, così come il francese dell’Omega Pharma – Quickstep, ciclista ben noto per la sua combattività ma che non è uno specialista per queste classiche sul pavè.
   Quota 20 per un tris di corridori composto da Lars Boom (sesto alla Roubaix nel 2012), Thor Hushovd (terzo nel 2009 e secondo nel 2010 alle spalle di Cancellara) e Ian Stannard, campione nazionale britannico in linea nel 2012 ma senza grandi risultati in questa classica: il suo miglior piazzamento è un 36mo posto nel 2011, l’anno precedente è addirittura arrivato fuori tempo massimo.
   Quote alte per gli italiani: Filippo Pozzato, ritirato nelle ultime due edizioni, è quotato 33, Luca Paolini 40, Daniel Oss 66, gli altri azzurri sono compresi nella voce “altro”, quotata 7,00.
 

Tags:
cancellarafiandreroubaix
in evidenza
Tra iperemesi e anoressia Paura nel Regno Unito per Kate

La principessa pesa 45 chili, preoccupati sudditi e fan

Tra iperemesi e anoressia
Paura nel Regno Unito per Kate


in vetrina
Malocclusione dentale: cos’è, quali sono le sue conseguenze e come trattarla

Malocclusione dentale: cos’è, quali sono le sue conseguenze e come trattarla


motori
De Meo (Acea): Ue metta in campo politica automobilistica ambiziosa

De Meo (Acea): Ue metta in campo politica automobilistica ambiziosa

Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.