A- A+
Sport
Caso Lucci-Bonucci, la Figc inzia ad indagare sulla WSA
Leonardo Bonucci (foto Lapresse)

L'Associazione Italiana Agenti ha segnalato, ma non denunciato, la vicenda di Alessandro Lucci e Leonardo Bonucci, secondo quanto riferito da Giuseppe Galli, presidente dell'Associazione Italiana Agenti. Al momento, a quanto apprende l'Adnkronos, nè in Commissione Agenti nè in Procura federale è stato aperto alcun fascicolo sulla vicenda, anche se non è escluso che verrà fatto più avanti se ve ne saranno fondati motivi.

La World Soccer Agency di Alessandro Lucci è accusata di "comprare" i giocatori con pressioni e promesse e di, tramite il difenosre juventino, praticare "attività di disturbo su altri calciatori per indurli a lasciare il loro rappresentante, trasferendo la procura a sé".

"Negli ultimi anni stanno venendo fuori situazioni antipatiche, gli agenti non vanno più a vedere i calciatori sui campi di provincia. Si assiste in continuazione a cambi di procure da parte dei giocatori, spesso senza alcuna motivazione valida. La procura federale dovrebbe agire con più attenzione su queste vicende, la denuncia fatta da Canovi diversi anni fa è caduta nel vuoto", ha spiegato Galli a Radio Punto Nuovo.

Caso Lucci-Bonucci, la risposta del loro legale

"Con riferimento alle notizie apparse in questi ultimi giorni su alcuni organi di informazione, secondo le quali Alessandro Lucci avrebbe acquisito in modo illegittimo le procure di alcuni calciatori e Leonardo Bonucci avrebbe fornito un qualche contributo in tal senso, i miei due assistiti si dichiarano nella maniera più assoluta del tutto estranei a tale presunti fatti, certi di aver sempre, fino in fondo, osservato gli obblighi di lealtà, correttezza e probità cui sono tenuti e rispettato ogni normativa di settore". Così in una nota inviata all'Adnkronos l'avvocato Paolo Rodella, legale dell'agente Fifa Alessandro Lucci e del difensore della Juventus Leonardo Bonucci dopo la denuncia di Assoagenti

"In considerazione di ciò - prosegue la nota - entrambi confidano serenamente nella bontà del lavoro degli organi federali preposti nei cui confronti nutrono il massimo rispetto e si rendono, ovviamente, disponibili - ove fosse richiesto - a chiarire la loro posizione in ogni sede. Leonardo Bonucci e Alessandro Lucci mi hanno pure conferito incarico di agire nei confronti di tutti coloro che, a qualsiasi titolo ed in qualunque modo, ledono il loro nome, immagine e dignità professionale". "Diffidiamo chiunque - termina il legale - pertanto dal dare credito e diffondere notizie totalmente false e diffamatorie".

Commenti
    Tags:
    wsaluccibonuccifigc
    in evidenza
    Giorgia Rossi-Dazn, colpo di scena Arriva la "nuova" Diletta Leotta

    Colpo di tele-mercato

    Giorgia Rossi-Dazn, colpo di scena
    Arriva la "nuova" Diletta Leotta

    i più visti
    in vetrina
    Come conciliare il risparmio con il rispetto dell'ambiente

    Come conciliare il risparmio con il rispetto dell'ambiente


    casa, immobiliare
    motori
    MÓ eScooter 125, il primo scooter completamente elettrico di Seat

    MÓ eScooter 125, il primo scooter completamente elettrico di Seat


    Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

    © 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

    Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

    Contatti

    Cookie Policy Privacy Policy

    Cambia il consenso

    Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.