A- A+
Sport
pallone da calcio

Sospetto di combine sulla pesante sconfitta subita dalla nazionale di calcio cinese contro la Tailandia, avvenuta sabato scorso. Secondo la stampa cinese, il risultato finale di 5-1 ha portato a pensare che la partita fosse stata persa 'a tavolino' e che magari alcuni giocatori fossero stati corrotti. Il sospetto è stato anche alimentato da un'altra situazione particolare: i bookmakers di Macauslot - un portale di gioco con sede a Macao - hanno smesso di accettare le scommesse sulla partita appena un minuto prima che la Tailandia segnasse il primo gol dei cinque, adducendo motivi tecnici. Secondo altri, invece, la sconfitta potrebbe essere, invece, stata il risultato di una sorta di ammutinamento dei calciatori contro l'allenatore della squadra, Josè Antonio Camacho. Lo spagnolo è stato assunto nel 2011 con un contratto di 2,8 milioni di euro all'an no; la speranza era che potesse riuscire a far qualificare la Nazionale cinese per i Mondiali del 2014 in Brasile. Non solo Camacho non è riuscito nell'intento, ma addirittura la Nazionale cinese sta vivendo uno dei momenti peggiori della storia. L'anno scorso in Cina due ex capi della Football Association cinese, l'ex capitano della Nazionale, uno dei più noti arbitri e quattro ex giocatori della Nazionale, vennero condannati a pene detentive varie per avere accettato soldi, nell'ambito di una vasta operazione contro la corruzione nel mondo dello sport.

Iscriviti alla newsletter
Tags:
cinasospetti combine
in evidenza
Risolvi il tuo Debito: aiutate più di 300 mila persone in 12 anni di attività

Corporate - Il giornale delle imprese

Risolvi il tuo Debito: aiutate più di 300 mila persone in 12 anni di attività

i più visti
in vetrina
Agiter Investigazioni, come funzionano le indagini private e aziendali

Agiter Investigazioni, come funzionano le indagini private e aziendali


casa, immobiliare
motori
Nissan svela “Ambition 2030”, 23 nuovi modelli elettrificati entro il 2030

Nissan svela “Ambition 2030”, 23 nuovi modelli elettrificati entro il 2030


Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.