A- A+
Sport
Conte tiene a rapporto la squadra. Iturbe messaggio alla Juve

Conte ha tenuto a rapporto la squadra a Vinovo in quella che avrebbe dovuto essere una giornata di riposo. Il tecnico salentino ha parlato per una mezzora ai giocatori dopo che domenica aveva parlato di 'bagno di umiltà' nel post-rimonta subita dal Verona. Finita la riunione i giocatori non si sono allenati, ma hanno potuto tornare a casa. Lo stesso tecnico ha lasciato Vinovo accompagnato in macchina dal fratello. Per le prossime gare non è escluso che qualche senatore in affanno potrebbe fare qualche turno di panca. Indiziati i centrocampisti, a partire da Marchisio e Vidal. E poi è possibile il lancio di Osvaldo da titolare...

ITURBE CHIAMA LA JUVE, MA ATTENTI ALLA ROMA - "Nello spogliatoio abbiamo festeggiato tutti insieme per un pareggio che per noi equivale a una vittoria. E' stata un'emozione grandissima, anche grazie al nostro pubblico. A Verona viene sempre tantissima gente a vederci, loro sono il nostro valore aggiunto. Non so nulla sul mio futuro. Certo, la Juve è una squadra vera, la più forte in Italia e a chi non piacerebbe?". Il 20enne argentino lancia segnali alla Signora. A fine stagione il Verona può riscattarlo dal Porto per 15 milioni e metterlo all'asta. Oltre ai bianconeri però c'è la Roma che è in ottimi rapporti con il club scaligero dopo il passaggio  del brasiliano Marquinho alla corte di mister Mandorlini

TEVEZ ARRABBIATO - "Non si può essere felici dopo questa doppietta". L'Apache non gioisce malgrado i due gol segnati. Il pari in rimonta del Verona a tempo quasi scaduto pesa troppo: "Quando sei avanti 2-0 non devi farti rimontare, ci chiamiamo Juventus. Se abbiamo perso sicurezza? Nella ripresa abbiamo diminuito l'intensità e abbiamo pagato".

Conte: "Gravi disattenzioni, forse bagno d'umilta' serviva" - "Non ci sono spiegazioni, le partite durano 95 minuti e non ne bastano 45 da padroni del campo per vincere. E' sufficiente una disattenzione per venire puniti e oggi e' successo due volte su calci da fermo. Alle disattenzioni diventa difficile porre rimedio, dovremo essere molto piu' attenti altrimenti rischiamo di vanificare tutto". In queste parole tutta l'amarezza di Antonio Conte per una vittoria gettata al vento. Dopo il doppio vantaggio di Tevez, nella ripresa le reti di Toni e, al '94', quella di Gomez. Il tecnico della Juventus e' molto infastidito e, ai microfoni di Sky Sport, manda messaggi abbastanza chiari ai suoi. "Ormai ogni punizione degli avversari diventa motivo di ansia per tutti. Faro' le mie valutazioni dopo questa partita, in modo sereno, ma e' inevitabile che il posto bisogna tenerselo sempre ben stretto perche' soprattutto a centrocampo c'e' un giocatore come Marchisio che sta bene e va in panchina, in attacco abbiamo preso Osvaldo, un'alternativa importante, cercheremo di fare le scelte migliori. Dispiace aver perso questi due punti per due disattenzioni molto gravi, non va bene. Questo pareggio deve farci fare un bagno di umilta', magari ne avevamo bisogno".

Conte condivide l'analisi di chi ritiene che oggi a centrocampo qualcuno dei suoi e' un po' mancato. "Si poteva fare molto meglio e' vero - prosegue ai microfoni di Sky Sport -, ma lascia perplessi il fatto che sei padrone del gioco per 45 minuti e poi basta una cosa, come era accaduto in parte anche con l'Inter, per andare nel panico e farsi prendere dall'ansia. Difficile dare spiegazioni su quel che e' accaduto, ma ripeto le partite durano 95 minuti e inoltre prendiamo troppi gol da calci da fermo, ogni punizione e' diventata un'ansia per tutti. Bisogna fare attenzioni, altrimenti c'e' poco da studiare le tattiche e gli avversari. Fatta eccezione per le due occasioni su calcio da fermo non e' che il Verona avesse creato molto, ma devo comunque fare i complimenti alla squadra di Mandorlini che ci ha creduto sempre". Conte non ritiene giusto parlare di turnover: "Al momento giochiamo una partita ogni settimana e abbiamo tutto il tempo per recuperare e prepararci, pero' le motivazioni devono essere sempre a mille perche' sappiamo che se non e' cosi' puo' succedere di tutto, puo' succedere quello che e' successo oggi e anche negli ultimi minuti con l'Inter". Ha debuttato Osvaldo che ha sfiorato il gol prendendo il palo al primo pallone toccato. "Qui non ci sono ne' riserve ne' titolari - avverte Conte -. Chi sta meglio gioca, non ci sono posti prenotati, negli anni precedenti in attacco le rotazioni sono state frequenti. L'importante e' avere giocatori che hanno voglia di mettermi in difficolta', poi ci metto poco a cambiare". Per Conte e' "un'occasione persa perche' potevamo metterla in gioco solo noi questa partita e ci siamo riusciti. Ci serve un bell'esame di coscienza, anche perche' il campionato e' molto lungo e non abbiamo vinto niente. Sappiamo che negli anni passati la voglia, la determinazione di lottare su ogni pallone e l'entusiasmo ci hanno permesso di ottenere grandi risultati. Deve essere cosi' anche quest'anno altrimenti sara' molto difficile ripeterci".

Marotta "nessun problema con Quagliarella" - "Quagliarella? Non e' assolutamente un problema. Abbiamo fatto delle scelte, assieme all'allenatore, anche perche' dovevamo inserire solo 23 giocatori nella lista Uefa. Lui, pero', non e' fuori dal gruppo. Anzi, fa parte del progetto: un progetto ambizioso, con una rosa, soprattutto in attacco, folta e competitiva. Dei sei attaccanti attualmente a disposizione sara' poi l'allenatore che scegliera' chi, di partita in partita, scendera' in campo. La Juve annovera un gruppo di giocatori importante ed e' giusto che sia cosi'". Lo ha detto l'ad della Juventus, Beppe Marotta, ai microfoni di Sky.

Tags:
contetevezjuve
Loading...

i più visti

casa, immobiliare
motori
Alfa Romeo: Giulia e Stelvio Web Edition, pensate per l’e-commerce

Alfa Romeo: Giulia e Stelvio Web Edition, pensate per l’e-commerce


Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.