A- A+
Sport
calcioscommesse

Si e' parlato soprattutto di ciclismo nel corso del Media Symposium organizzato a Londra dalla Wada, l'agenzia mondiale per la lotta antidoping, senza tuttavia alcun riferimento alle recenti indiscrezioni che hanno tirato in ballo Mario Cipollini. Stesso dicasi per le dichiarazioni rilasciate nelle scorse ore da Ivan Basso in teleconferenza dal ritiro di Tenerife. Come ampiamente previsto, l'attenzione si e' invece concentrata su Lance Armstrong, in particolare sulla possibilita' che le sanzioni a suo carico possano essere ridotte qualora l'ex ciclista texano decidesse di collaborare con i tribunali sportivi di competenza. Non e' mancato l'argomento calcio, con particolare riferimento alle sollecitazioni di Arsene Wenger, tecnico dell'Arsenal, che ha invocato la necessita' di maggiori controlli. "A mio parere nel calcio non vengono effettuati abbastanza controlli sull'Epo - ha sottolineato Fahey - da parte nostra vorremmo incoraggiare questa disciplina a fare di piu', non solo a livello quantitativo di test, ma anche in una prospettiva di intelligence. Il passaporto biologico, nel ciclismo come nel calcio, e' a nostro parere lo strumento da considerarsi piu' efficace per la lotta al doping".

Tags:
dopingcalciopassaporto biologicowada

i più visti

casa, immobiliare
motori
Al via le consegne di Alfa Romeo Tonale

Al via le consegne di Alfa Romeo Tonale


Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.