A- A+
Sport
llorente modificato 1

MAROTTA "PULVIRENTI? SI QUALIFICA DA SOLO. LLORENTE DA GIUGNO" - "Il livello della dialettica politica espressa da Pulvirenti si qualifica da se', non voglio aggiungere altro". Questa la risposta di Giuseppe Marotta, intervenuto in "Tutti convocati" su Radio 24 riguardo alle parole del presidente del Catania Antonino Pulvirenti che aveva definito Andrea Agnelli "una zitella in crisi d'astinenza". Il direttore generale della Juventus è poi tornato sulla questione Lega Calcio: "Non condividiamo il metodo che ha portato all'elezione di Beretta. Siamo distanti dalla composizione dell'assetto di governo. Non parliamo pero' di opposizione perche' gli interessi delle societa' sono sopra le parti".

Poi parla chiaro su Fernando LLorente: "Non nascondiamoci: ci siamo interessati al centrovanti basco e abbiamo coinvolto l'Athletic Bilbao nella trattativa. Sono ottimista per una definizione contrattuale abbastanza rapida anche se l'utilizzo del giocatore avverra' dal primo luglio". Marotta si sfoga: "Mi auguro che il tormentone top player finisca quanto prima. Cavani? E' un super campione, un top player che sa finalizzare in qualsiasi modo ma e' imprendibile per noi e per qualsiasi squadra italiana. E' un affare per arabi e russi".

Parla poi delle avversarie nella lotta scudetto: "Napoli e Lazio sono due belle realta'. Il Napoli e' una squadra costruita nel tempo, modellata egregiamente da Mazzarri e gioca un calcio molto bello a vedersi. La Lazio e' molto organizzata e cinica". Il direttore generale bianconero ha assicurato che il "calo d'inizio anno e' stato fisiologico dovuto al carico degli allenamenti post pausa natalizia". Dopo la doppietta all'Udinese e' scoppiata la Pogba-mania in casa Juventus. "Garantisco per lui, e' un ragazzo perbene. E' un talento che ora deve confermarsi. Pogba sta facendo vedere di che pasta e' fatto e adesso deve capire dal punto di vista psicologico che e' destinato ad essere un protagonista", ha concluso Marotta.

pogba modificato 3

RAIOLA: "POGBA? MAROTTA PUO' STARE TRANQUILLO... FINO A LUGLIO" - Raiola, tra il serio ed il faceto, mette un po' in allarme la Juventus per Paul Pogba che secondo alcuni già ha una valutazione da 30 milioni (dopo essere stato preso a parametro zero dal Manchester United un anno fa): "Quanto puo' valere? Quello che non e' in vendita non ha valore. Marotta puo' stare tranquillo, resta a Torino sicuramente fino a luglio...". Tira già aria di ritocchino del contratto per il giovane centrocampista che sta mantenendo le attese come nuovo-Vieira.

drogba modificato 7

DROGBA, ULTIMATUM ALLA JUVENTUS

Scocca l'ora della verità tra la Juventus e Drogba. Dopo settimane di dubbi e speranze legati all'affare, l'entourage dell'ivoriano vuole risposte da Torino: quarantotto ore per avere un segnale forte sulla volontà bianconera di prenderlo. Altrimenti tanti saluti. Il problema per l'ex Chelsea è che l'operazione resta molto costosa: al di là del suo ingaggio preteso (per diciotto mesi e non sei), resta pure lo Shangai come ostacolo (il club cinese non lo ha mai liberato e bisogna passare pure da lì). Situazione difficile per i dirigenti di Corso Galileo Ferraris (simile a quella di Lisandro Lopez) che vorrebbero un impegno low cost al massimo, anche pensando a giugno quando si concluderà con Fernando LLorente.

Intanto Torino si coccola il suo Paul Pogba. Ormai stella dello Juventus Stadium, vice-Pirlo oggi con la certezza di essere un punto fermo della squadra nei prossimi anni. Un pilastro malgrado non abbia neppure vent'anni. Mentre oltremanica Alex Ferguson sta subendo critiche e ironie dai media per esserlo lasciato scappare, Mino Raiola alla Stampa ripensa all'affare che ha portato il giovane erede di Vieira a Vinovo: "Sono stati bravi tutti, hanno fatto le cose giuste, al momento giusto, anche adesso: dai dirigenti, Marotta, Paratici, Nedved, a Conte, uno che non guarda la carta d’identità per fare giocare qualcuno. Tutti bravi, tranne il Manchester United. Dite che Ferguson s’è arrabbiato con me? Sì, e tanto, ma quel che ci siamo detti resta tra noi". Poi racconta cosa gli ha detto al telefono dopo la partita con l'Udinese: "Ehi, guarda che a me non la fai: altro che gran gol, so benissimo che volevi crossare”. S’è messo a ridere. Scherzi a parte, gli ho detto di tenere i piedi per terra, ma lui è uno che lo fa. E poi non capisco tutto questo entusiasmo per questi due gol, solo voi in Italia vi stupite: io sapevo benissimo quel che vale Paul. Nel suo ruolo può diventare uno dei migliori al mondo".

Assalto della Roma a Mauricio Isla. I giallorossi stanno cercando un esterno e dopo aver fallito su Davide Santon (Newcastle chiedeva circa 10 milioni) e viste le difficoltà di arrivare a Jung (che l'Eintracht Francoforte non vuol lasciar partire a gennaio) è stato fatto un tentativoper l'ex jolly dell'Udinese che a Torino sta facendo un po' di fatica (tra concorrenza e recupero dopo l'infortunio). La Juve però non ha intenzione di lasciar partire il venticinquenne cileno su cui ha investito tanto in estate.

Tags:
drogbajuventuscalciomercato

i più visti

casa, immobiliare
motori
Al via le consegne di Alfa Romeo Tonale

Al via le consegne di Alfa Romeo Tonale


Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.