A- A+
Sport
icardi

ICARDI-INTER, LE SMENTITE DI AGENTE E SAMPDORIA "Non c'è niente di fatto per il trasferimento Mauro all'Inter - le parole di uno dei suoi agenti Pino Letterio ai microfoni di Radio Kiss Kiss Napoli -. Lavoriamo per un rinnovo con la Samp. Non abbiamo nessuna preferenza né per l'Inter né per il Napoli. Non abbiamo ancora deciso, vogliamo mettere sul piatto tutte le opzioni". E aggiunge: "La piazza partenopea lo affascina, non vogliamo mandarlo in un club che non ha una progettualità. Vogliamo una squadra che creda veramente nel giocatore, non serve scegliere una soluzione, anche economicamente conveniente, se poi dal punto di vista professionale non permette a Mauro di crescere. Per lui vogliamo solo il massimo".

Anche l'amministratore delegato dei blucerchiati Rinaldo Sagramola smentisce: "Non c'è nulla di vero, perché noi stiamo aspettando ancora la risposta del ragazzo alla nostra proposta di prolungare il contratto. Posso dirvi che i nerazzurri hanno manifestato il loro interesse per Icardi, ma da qui a dire che abbiamo ceduto il giocatore ce ne passa”. Parole poi confermato anche dal ds Carlo Osti: "Non ci sono intese tra Sampdoria e Inter per Icardi. I rapporti con l'Inter sono comunque ottimi, ma il futuro del giocatore dipende anche da eventuali accordi degli agenti con altri club, e a lui non risultano novità. Noi vogliamo che Mauro continui a contribuire alla salvezza del club blucerchiato".

milito modificato 8

ICARDI, LE VOCI SULL'ACCORDO A QUOTA 15 MILIONI PIU' BONUS

Maurito Icardi a 15 milioni di euro (più bonus e forse comprensivi di una contropartita tecnica) è il gran colpo di Massimo Moratti. La risposta che l'Inter darà a luglio al Milan che si sta godendo il suo SuperMario Balotelli. La trattativa è stata definita in queste ore con la Sampdoria (superando la concorrenza del Napoli che le aveva provate tutte a gennaio per prendere il giovane bomber), ma già nel mercato invernale era partito l'assalto al talento blucerchiato che firmerà un contratto fino al 2017 a un milione di euro l'anno a salire.

IL CONTRATTO DI MILITO

Ma la seconda mossa nerazzurra sul mercato attaccanti è legata alla conferma di Diego Milito. La sua importanza nell'Inter attuale è acclarata dai risultati di quest'anno (cambia totalmente il rendimento della squadra quando c'è o quando sta assente per settimane a causa del problema al ginocchio). Il problema del Principe è legato dall'ingaggio che supera i 4,5 milioni netti a stagione. Due le ipotesi in campo: andare avanti così sino a naturale scadenza del contratto (2014) o prolungare di un anno spalmando lo stipendio. Esisterebbe anche l'eventualità di un addio a luglio (con ritorno in Argentina: il Racing Avellaneda lo corteggia), ma si cercherà di trovare l'accordo per proseguire il matrimonio tra Milito e l'Inter. Nei prossimi giorni è attesa la visita del procuratore Fernando Hidalgo.

DZSUDZSAK E I DIFENSORI Sempre sull'attacco.  L'Inter sta seguendo l'attaccante della Dinamo Mosca Balazs Dzsudzsak. I nerazzurri avrebbero fatto un tentativo per prenderlo già un paio di settimane fa, ma l'assalto era fallito. Si riprova i proiezione estiva sul calciatore ungherese classe '86. Il bomber piace anche al Liverpool. Per il resto, la difesa è quasi definita visto l'ingaggio dell'italo-argentino Hugo Campagnaro, che arriverà gratis da Napoli (biennale da 1,6 milioni) e il ritorno di Marco Andreolli (scadenza col Chievo), che firmerà un quinquennale da 1 milione di euro a stagione, bonus compresi. Si sta poi monitorando il mercato dei terzini destri, ma c'è tempo per definire l'obiettivo.

INTER, TORNA CHIVU, ALVAREZ PER MILITO - L'Inter prosegue il suo lavoro in vista della sfida di Europa League (gara di andata dei sedicesimi di finale), in programma giovedi' sera a San Siro con calcio di inizio alle ore 21.05. I nerazzurri contro il Cluj cercheranno un'altra vittoria dopo quella ottenuta in campionato con il Chievo. Stramaccioni ricorrera' a molti titolari perche' tiene all'Europa League e perche' non ha molta scelta vista anche l'esclusione dalla lista di Carrizo, Schelotto, Kuzmanovic, Stankovic e Rocchi. In difesa tornera' Chivu, reduce dallo stop in campionato per squalifica, mentre a centrocampo spazio a Pereira e molto probabilmente al giovane Benassi. In attacco dovrebbe riposare Milito, mentre potrebbe partire titolare Alvarez. In dubbio la presenza di Kovacic, che sta recuperando da una distorsione alla caviglia. Stramaccioni potrebbe decidere di non rischiarlo in vista della sfida di domenica sera contro la Fiorentina. Restano indisponibili per infortunio Castellazzi, Samuel, Mudingayi. In dubbio anche Obi. Probabile formazione (3-5-2): Handanovic; Ranocchia, Chivu, Juan Jesus; Zanetti, Gargano, Benassi, Guarin, Pereira; Alvarez, Palacio.

Tags:
icardimilitocalciomercatointer

i più visti

casa, immobiliare
motori
Incentivi auto 2022: Stellantis guida la transizione zero emissioni in Italia

Incentivi auto 2022: Stellantis guida la transizione zero emissioni in Italia


Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.