A- A+
Sport
icardi

Sembra ormai in dirittura d'arrivo la trattativa per riportare Mario Balotelli in Italia, sponda Milan. Il presidente della Figc Giancarlo Abete, a "La politica nel pallone" su Gr Parlamento, non esiterebbe ad abbracciare il ritorno in Serie A di SuperMario, attualmente al City di Mancini. "Se venisse in Italia - spiega Abete - saremmo tutti contenti. In Nazionale gia' ce l'abbiamo, fa parte del nostro organico, e se tornasse potrebbe avere piu' continuita' nel giocare. E l'importante e' che in azzurro si comporti bene come in Italia-Germania dell'Europeo del 2012", chiosa Abete, ricordando la splendida doppietta dell'ex nerazzurro. Il ct Prandelli potrebbe a breve avere tra i candidabili ad una maglia anche l'attaccante della Sampdoria Icardi, di nascita argentina: "Da parte della federazione non ci sara' mai una forzatura, e' giusto che un giocatore, che abbia l'opportunita' di giocare in due selezioni, scelga in piena liberta'. La priorita' e' la valutazione autonoma del tesserato (che sogna da sempre la chiamata nella nazionale argentina al fianco di Leo Messi, ndr)". Detto che la prossima amichevole contro l'Olanda sara' un bel test per misurare lo stato di salute del gruppo azzurro, Abete, parlando dell'Europeo 'globale' del 2020, ribadisce che Roma e Milano saranno le opzioni italiane per ospitare l'evento, "anche se ancora non si sa se potremo candidarle entrambe o una sola".

Tornando a Icardi, il 20enne argentino (con passaporto italiano) è sempre più l'uomo del giorno. Dal gol nel derby di Genova, alla doppietta contro la Juventus sino al poer servito sul tavolo di Marassi ai danni del povero Pescara. Sette reti e le voci sull'Inter che pensa a lui in vista di luglio (come erede del Principe Milito). "Non abbiamo fretta, il ragazzo per adesso si concentra sul campionato, a fine stagione ci saranno delle valutazioni anche perché ci sono grandi club su di lui", spiega Abian Morano, il suo agente. E dire che Pep Guardiola lo mandò via dal Barcellona, malgrado fosse stato chiamato qualche anno prima in blaugrana su sollecitazione di un certo Leo Messi...

Juve-Genoa, Abete, polemiche arbitrali cattiva abitudine italiana - ''Occorre sempre tenere distinta l'area disciplinare da una valutazione di politica sportiva. I comportamenti collegati alla reazione di Conte in campo e alle esternazioni di Marotta saranno valutati dagli organi competenti che giudicheranno in materia disciplinare. In merito alla politica sportiva, penso che le critiche ci possono essere e ci saranno sempre, ma bisogna evitare questi stress sproporzionati''. Lo ha detto il presidente della Figc, Giancarlo Abete. ''Il 4 febbraio ci sara' un incontro di Braschi con le societa' - ha aggiunto -. Quello sara' il momento opportuno per portare le proprie ragioni. Purtroppo in Italia abbiamo l'abitudine a individuare nell'arbitro il responsabile di tutti i mali, e' una storia tutta nostra che deve finire'

Tags:
icardisampdorianazionale argentinanazionale italianaprandellifigcabete

i più visti

casa, immobiliare
motori
Opel Astra Sports Tourer fa un salto nell’era elettrica e del design

Opel Astra Sports Tourer fa un salto nell’era elettrica e del design


Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.