A- A+
Sport
paulinho coutinho

INTER, COU VA A LIVERPOOL. MORATTI ORA DECIDE SU PAULINHO - Coutinho va Liverpool: i Reds hanno vinto la corsa sul (meno affascinante) Southampton e con 12,5, milioni decidono di scommettere sul talento del fantasista brasiliano. "Ci sono delle opportunita' da cogliere, a volte per alcuni giocatori può esserci la possibilità di avere più spazio, e per questo credo che per Coutinho può essere una grossa opportunita' e per noi un'operazione che puo' andare bene", ha chiosato Massimo Moratti. La dolorosa cessione a un giocatore non esploso, ma sicuramente di talento prelude a qualche colpo in entrata. Ora Stramaccioni spera finalmente nell'arrivo di Paulinho, su cui il Corinthians comunque ha sparato 15 milioni. Un bell'investimento, che va fatto solo credendoci. Costa troppo o può essere un'opportunità concreta? Mentre radio-mercato ha ventilato l'ex viola Kuzmanovic (ora allo Stoccarda) e il 27enne argentino dell'Anderletch Lucas Biglia come alternative in caso di fallimento della trattiva con il Timao, il patron conferma l'interrogativo sul brasiliano, che dovrà essere sciolto nelle prossime ore: "Che costi troppo senza dubbio, che poi possa essere un'opportunità concreta vediamo in questi giorni qui. Vediamo domani cosa succede. Dipende dalle informazioni che arrivano dall'altra parte del mondo. Mercato? Non posso dare notizie, vedremo nei prossimi giorni"

stramaccioni modificato 9

STRAMACCIONI FA MEA CULPA PER IL PARI CON IL TORINO

“Faccio mea culpa. Il Torino ha giocato meglio di noi”. Andrea Stramaccioni lo ammette: la sua Inter proprio non gira più come dovrebbe. Solo un punto nella gara interna contro i granata e un’altra occasione persa per avvicinarsi alla Juventus e, soprattutto, alla Lazio e al terzo posto. Vale a dire l’unico obiettivo credibile per una squadra smarrita. Ventura recrimina: “Avremmo potuto vincere”. Handanovic salva, Guarin sbaglia, Zanetti salva. Ecco le pagelle…

LE PAGELLE di Lorenzo Lamperti

HANDANOVIC 6,5. Due grandi interventi nel finale. Il pubblico si spazientisce quando un paio di volte aspetta troppo prima di rilanciare da fondo campo.

ZANETTI 7. A quasi 40 anni è ancora lui l’arma segreta dell’Inter. Parte da terzino, nella ripresa si scatena da centrocampista. Suo l’assist per Cambiasso, sua un’altra azione pericolosa. Avrebbe bisogno di altri compagni.

RANOCCHIA 5,5. Spesso incerto. Assiste anche lui impotente al secondo gol di Meggiorini (VOTO 7,5. Dopo il gol messo a segno con la maglia del Novara, si prende un’altra vendetta contro la squadra che lo ha fatto esordire in serie A).

CHIVU 6,5. Primo gol su punizione con la maglia dell’Inter. Un gioiello. Poi deve uscire per una botta. (PEREIRA 4,5. Come sempre corre tantissimo. Come sempre non azzecca un cross).

JUAN JESUS 5. Più impreciso del solito. Impacciato da terzino. Male sul secondo gol del Toro.

GUARIN 4. Largo a destra in fase di non possesso non difende. Centrale dietro le punte in fase di possesso palla non morde. Regala il gol al Torino con un errore devastante al limite dell’area. Nella ripresa prova a fare tutto da solo credendosi fenomeno, ma non lo è.

MUDINGAYI 5. Quantità industriale di errori in appoggio. E non recupera nemmeno molti palloni. Ciliegina sulla torta l’ennesimo infortunio. (CAMBIASSO 6. Si fa trovare pronto sull’invito di Zanetti).

GARGANO 6. Primo tempo inguardabile, ripresa in crescendo specialmente in fase di recupero.

NAGATOMO 5. Parte spingendo tantissimo, poi cala alla distanza. Molto impreciso.

CASSANO 5,5. Rientra dall’infortunio ma non è al meglio. Tanti errori nel primo tempo. Un paio di palloni geniali non capiti dai compagni. Strama lo toglie perché non Fantantonio ce la fa proprio più. (ALVAREZ s.v.)

PALACIO 5,5. Corre tantissimo per la squadra, si sbatte anche in fase di copertura. Peccato che non riesca praticamente mai ad andare al tiro. E in area di rigore non si “sente” mai.

STRAMACCIONI 5. Cambiare modulo e giocare a 4 in difesa contro il 4-2-4 di Ventura ci sta. Però Guarin esterno destro non convince. Il centrocampo non è in grado di fare gioco con Gargano e Mudingayi che non sono nemmeno adatti a dare sostegno nella fase offensiva. La squadra è quasi sempre spaccata in due. E purtroppo, gira e rigira, sulle fasce gli interpreti (mediocri) sono sempre gli stessi. Accenda un cero sperando che gli ultimi tre giorni di mercato gli riservino qualche sorpresa. Possibilmente positiva.

Twitter: @LorenzoLamperti

Tags:
intertorinopagelle

i più visti

casa, immobiliare
motori
Al via le consegne di Alfa Romeo Tonale

Al via le consegne di Alfa Romeo Tonale


Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.