A- A+
Sport
Inzaghi: "Mani di Antonelli involontario. Dovevamo essere più cattivi"

"Mi aspettavo di piu' tra il 20' ed il 45' del primo tempo, quando abbiamo avuto il possesso delle fasce, tirando in porta e creando occasioni buone. Sapevamo ci sarebbe stato da soffrire, il derby e' importante per entrambe e la posta in palio e' alta: la squadra ha dato il massimo, il pari giusto e tutte e due hanno cercato di vincere". Cosi' il tecnico del Milan, Filippo Inzaghi, analizza a Sky il pareggio a reti inviolate nel derby contro l'Inter.

Un pari che allontana i rossoneri dalla zona 'europea' della classifica: "Sulla carta esiste ancora una possibilita', ma quando pareggi due gare consecutive perdi il ritmo, anche se non e' questa la partita in cui perdiamo qualcosa di importante, come invece e' successo nel periodo tra gennaio e febbraio. Ora ce la giochiamo con tutti, sapendo di dover sempre soffrire: certo, avremmo dovuto sfruttare un paio di palle gol, ma io piu' che dirlo ai ragazzi non posso fare. Ora dobbiamo guardare avanti, a Udine. Dobbiamo cercare di finire nel migliore dei modi il campionato, cercando di vincere il piu' possibile e poi alla fine trarremo un bilancio, per ricominciare una nuova stagione nel migliore dei modi".

'Super Pippo' non giudica da rigore il fallo di mano di Antonelli su conclusione in area di Hernanes: "Erano molto ravvicinati, penso che il tocco sia stato involontario. E' vero che visto fischiarne di peggiori ma Antonelli non voleva toccarla volontariamente. E' un episodio dubbio ma rigori cosi' non andrebbero fischiati".

Torna sulla stagione del Milan: "Sono qui da tanti mesi e ho capito tante situazioni. E' mancato tutto l'anno un giocatore come Montolivo, difficilmente sostituibile. Ha quella leadership e carisma che ti permette di giocare un determinato calcio. Non dobbiamo guardarci indietro, cercare di ripartire e fare una stagione migliore. Dovremo analizzare quel periodo tra gennaio e febbraio e tutti gli infortuni".

Giudizio positivo sul 19enne Suso: "E' stato molto bravo, l'ho visto in grande crescita. Sapevo che avremmo creato superiorità, è arrivato 3/4 volte al tiro dal limite. E' un ragazzo serio e penso possa fare molto bene nel futuro del Milan".

Iscriviti alla newsletter
Tags:
inzaghiantonellimilanderby
in evidenza
Risolvi il tuo Debito: aiutate più di 300 mila persone in 12 anni di attività

Corporate - Il giornale delle imprese

Risolvi il tuo Debito: aiutate più di 300 mila persone in 12 anni di attività

i più visti
in vetrina
Agiter Investigazioni, come funzionano le indagini private e aziendali

Agiter Investigazioni, come funzionano le indagini private e aziendali


casa, immobiliare
motori
Nuova KIA EV6: arriva in Italia la rivoluzione elettrica coreana

Nuova KIA EV6: arriva in Italia la rivoluzione elettrica coreana


Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.