A- A+
Sport

Questi i risultati della ventesima giornata della serie A: Torino-Siena 3-2; Cagliari-Genoa 2-1; Catania-Roma 1-0; Lazio-Atalanta 2-0; Napoli-Palermo 3-0; Parma-Juventus 1-1; Udinese-Fiorentina 3-1. Negli anticipi di ieri Bologna-Chievo 4-0 e Inter-Pescara 2-0.

NAPOLI-PALERMO 3-0, MAGGIO E INLER UOMINI-GOL - Al Napoli bastano due acuti tra il 30' e il 34' del primo tempo per risolvere la pratica Palermo e proseguire la corsa Champions. Prima Maggio approfitta di una disattenzione della retroguardia rosanero e poi Inler con un eurogol abbattono le resistenze di un Palermo volenteroso, che gioca meglio degli avversari prima di andare sotto, ma che si conferma incredibilmente sterile davanti la porta. Nella ripresa ci pensa Lorenzo Insigne a chiudere i conti. Tutto fin troppo facile pertanto per Cavani e compagni, anche perche' il Palermo nella ripresa neppure ci prova a cercare di rimettersi in partita.

Buon inizio da parte del Palermo che comanda il gioco e al 7' potrebbe anche andare a segno con l'ex Dossena: Garcia innesca Brienza, il fantasista da sinistra rientra con una bella giocata superando Campagnaro, palla all'accorrente Dossena che con una gran botta in corsa costringe de Sanctis a una respinta d'istinto. Al 30' il Napoli passa in vantaggio: Hamsik, favorito da un rimpallo su Barreto, si accentra e crossa da sinistra per Maggio che liberissimo nell'area piccola di testa insacca. Passano 4' e arriva il raddoppio: Inler avanza da meta' campo, triangola con Hamsik e da grande distanza fa partire una gran botta di sinistro che si insacca sotto la traversa; il jolly della domenica, l'immobile Ujkani puo' solo guardare. Tutto fin troppo facile per il Napoli che puo' anche permettersi il lusso di tenere il ritmo basso. Che non sia la stagione del Palermo lo si intuisce anche dai singoli episodi: 39': punizione di Barreto da sinistra e palla che si stampa sulla traversa. Al 42' punizione per il Napoli: palla a girare di Cavani che supera la barriera e sfiora il palo alla sinistra del portiere. Si va al riposo senza recupero. Al rientro in campo Gasperini si gioca la carta Miccoli, rientrante da un infortunio e a lasciargli il posto e' Budan. Pochi secondi e il Napoli sfiora il tris con una gran conclusione di Marek Hamsik, palla fuori di un soffio. Il Palermo si rivede all'8': Miccoli, servito da Brienza, prova la girata, respinge Gasperini. Al 10' pericoloso il Napoli con Maggio che non arriva sul pallone davanti la linea di porta dopo una conclusione di Hamsik. Al 23' conclusione in area al volo di Cavani, respinta da Ujkani. Al 28' il 3-0: Cavani serve Inler che da destra si libera di Aronica e mette in mezzo per Insigne che sacarica sotto la traversa. Nel recupero Cavani lanciato a rete grazia il Palermo sbagliando completamente la conclusione di destro.

PARMA-JUVENTUS 1-1, A PIRLO RISPONDE SANSONE - La Juve frena di nuovo. Dopo il ko casalingo con la Sampdoria, i bianconeri non vanno oltre il pari a Parma, con i ducali bravi a recuperare con Sansone il vantaggio degli ospiti firmato da Pirlo (quinto centro stagionale per il regista azzurro, anche se decisiva e' la deviazione di Biabiany sulla sua punizione). Al "Tardini" e' 1-1, succede tutto nella ripresa, un risultato che gli uomini di Donadoni hanno meritato soprattutto per il gran primo tempo. Per la Juve qualche interrogativo in piu' e la Lazio che ora e' distante solo tre punti. E' un primo tempo vivace quello tra Parma e Juventus: i ducali, ancora imbattuti in casa, se la giocano alla pari, con Belfodil e Amauri a impensierire spesso la retroguardia dei campioni d'Italia (cosi' cosi' Caceres). Un paio di interventi di Buffon, tante occasioni potenziali o che vengono sprecate: bene insomma il Parma, con Valdes che fa girare bene la palla, ma la Juventus col passare dei minuti cresce. Quagliarella, il piu' attivo dei suoi, impegna Mirante (bravo in uscita bassa), ma il portiere gialloblu' e' superlativo soprattutto su Pirlo (punizione) e si ripete qualche istante dopo sulla botta di Bonucci. Grandi ritmi, ma lo 0-0 non si schioda fino al 7' della ripresa quando Pirlo, a segno anche all'andata, segna su punizione sfruttando la nettissima deviazione di Biabiany in barriera (la palla era destinata fuori). Juventus in vantaggio, il Parma non e' lo stesso del primo tempo anche perche' i bianconeri hanno alzato il pressing e Belfodil si e' un po' spento. Al 20' Quagliarella fa fuori Santacroce con un tunnel e prova un gol "alla Quagliarella" dai 50 metri: finisce fuori di poco, sarebbe stato pero' un gol da cineteca. Tocca quindi a De Ceglie, Vucinic e Sansone (fuori Padoin, Quagliarella e Amauri), il Parma sembra ormai imbrigliato ma al 33' proprio un guizzo di Sansone rimette la gara in parita'. Splendida giocata di Paletta, Sansone si infila tra Caceres e Bonucci e col destro supera Buffon, incolpevole. Pareggio meritato, anche se arrivato in un momento in cui la Juve sembrava controllare. I bianconeri tentano il forcing finale, il Parma si difende con i denti e porta a casa un pareggio meritato. E la Juventus si vede rosicchiare altri due punti dalla Lazio.

Tags:
juventusserie arisultati
Loading...

i più visti

casa, immobiliare
motori
Jeep Gladiator: il pick-up da off-road

Jeep Gladiator: il pick-up da off-road


Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.