A- A+
Sport
matri padoin

BUFFON: "JUVE CINICA" - "Credo che se uno non ha visto la partita con il risultato su fa un'idea sbagliata, abbiamo dimostrato di essere una squadra solida ma negli episodi siamo stati bravi e fortunati, si, abbiamo capitalizzato tutto,smorziamo gli entusiasmi, speriamo che la serata possa essere di buon auspicio per altre vittorie. Troppa serenità non mi piace, dobbiamo avere la giusta convinzione, mantenere la giusta combattività, abbiamo fatto un passo in avanti".

ANTONIO CONTE - "QUESTA VITTORIA TESTIMONIA QUANTO LA JUVE STIA CRESCENDO" -  "È stata sicuramente una vittoria molto importante. Penso sia stata anche una vittoria sofferta, perché il Celtic è un’ottima squadra quando gioca in casa. Io personalmente da giocatore ho giocato un bel po’ di anni in Champions e campi del genere, bolge del genere, onestamente mi è capitato poche volte di vederle. Sono stati bravi i ragazzi perché in un primo tempo in cui i calciatori del Celtic sono andati veramente oltre le loro possibilità, abbiamo retto, abbiamo cercato di giocare, di fare quello che a volte ci consentivano di fare. Nel momento in cui hanno calato un po’ il ritmo, siamo riusciti ad andare a fare gol". Antonio Conte è ovviamente soddisfatto del grande successo bianconero in Scozia. Non farsi intimorire da quell’ambiente non era certamente semplice. Può essere una bella prova di maturità? "Non era semplice, lo dico in maniera obiettiva. Io ho avuto la fortuna e il piacere di vivere situazioni e campi caldi, ma questo penso che sia qualcosa di impressionante. Io non riuscivo proprio a comunicare, tante volte con i calciatori dovevo fare tramite il passaparola, ogni calcio d’angolo c’era uno stadio che veniva giù, quindi complimenti ai ragazzi. Non era facile, aver fatto un grande risultato qui a Glasgow testimonia che questa è una squadra che sta crescendo, che ha dei valori importanti, al di là di quelli calcistici, anche valori umani, morali, che sono secondo me molto importanti". Matri sta crescendo tantissimo come partecipazione al gioco della squadra. "Il gol che abbiamo fatto è molto bello, perché viene da una situazione di gioco provata e riprovata tante volte. Matri l’ho paragonato un po’ a me, perché tecnicamente io ho dovuto lavorare tanto per essere un giocatore da Juventus, lui sta lavorando per cercare di migliorare nelle sponde e nella qualità delle giocate. Sta facendo molto bene. Sono contento quando fanno gol gli attaccanti, ma chi segna segna, per me può segnare pure Buffon, l’importante è che si vinca".  La Juve ha dimostrato una grande capacità di soffrire. "Penso che a livello difensivo abbiamo fatto discretamente bene, a parte nel primo tempo quando ci siamo abbassati troppo. Nel secondo tempo siamo migliorati. È stata una buona prestazione, sapevamo che il Celtic è una buonissima squadra, loro sono rimasti un po’ sorpresi dalla Juventus. Credo che si aspettassero di fare qualcosa in più in casa, invece siamo stati molto bravi, molto accorti, abbiamo preparato bene le due fasi. Imparare a soffrire, imparare a fare la fase difensiva, è importante perché ci saranno situazioni che lo richiederanno e noi oggi siamo stati molto bravi. Anzi, secondo me in campionato dobbiamo migliorare, dobbiamo portare questa attenzione, questa precisione in fase difensiva anche in campionato".

 

MARCHISIO, BELLA VITTORIA - La Juve ha superato il Celtic Glasgow per 3-0 e la seconda marcatura porta la firma di Claudio Marchisio: "E' una vittoria importantissima soprattutto perche' ora possiamo stare piu' concentrati sul campionato - ha detto il centrocampista bianconero ai microfoni di Sky Sport dopo la gara -. Non abbiamo superato il turno, ma c'e' stata una buona prestazione in uno stadio difficile" Marchisio tiene un profilo basso: "Mai essere certi anche dopo un risultato come questo. E' importante sempre entrare in campo determinati. Ora ci godiamo questa vittoria". Una vittoria solo ed esclusivamente per la Juventus e non per mandare messaggi ad altri: "Abbiamo dato un segnale importante a noi stessi - ha concluso Marchisio -. Siamo riusciti a fare tre gol senza prenderne. Li avevamo studiati e siamo stati veramente bravi. Le botte? Loro, in casa e con questo pubblico, ci hanno messo piu' carattere. E' nella loro indole, ma alla fine per fortuna siamo usciti sani".

TWEET DI VUCINIC - "Una serata da incorniciare! Teniamo i piedi per terra e godiamoci questa grande vittoria!"

CELTIC-JUVE 0-3, BIANCONERI IPOTECANO QUARTI = (AGI/ITALPRESS) - Roma, 12 feb. - Al terzo tentativo la Juventus centra il bersaglio. Dopo aver per perso nei due precedenti, i bianconeri espugnano il Celtic Park grazie ad un gol in avvio e a due colpi di rimessa nella ripresa. Un successo, quello di Madama, che vale una concreta ipoteca per l'accesso ai quarti di finale. Partenza in accelerazione per il Celtic, ma alla primissima azione la Juventus passa in vantaggio. Al 3' Peluso lancia lungo per Matri, l'attaccante juventino anticipa l'uscita di Forster, la sfera si avvia docilmente in rete, la respinta di Wilson e' oltre la linea di porta, il giudice di linea non se ne avvede ma a mettere d'accordo tutti e' Marchisio che sfrutta la corta respinta e insacca. A gara in corso, poi, e' stato corretto il nome del marcatore e a Matri e' stato restituito il gol. Il Celtic non si e' perso d'animo e per il resto del tempo ha continuato a spingere cercando di trovare ripetutamente il pareggio. Al 28', l'azione piu' pericolosa della prima frazione con cross dalla destra di Lustig e gran rovesciata di sinistro di Commons che sfiora il palo alla destra di Buffon. In avvio di ripresa la squadra di Lennon riprende in mano le redini della partita, ma la Juve e' brava ancora una volta a contenere e giocare di rimessa. Al 18' ancora una grande occasione per il Celtic: cross dalla sinistra di Malgrew e colpo di testa di Ambrose che lasciato completamente libero in mezzo all'area colpisce centrale per la facile presa di Buffon. La Juve si chiude e colpisce di rimessa ed e' proprio al culmine di due di queste folate che chiude la pratica: al 32' il gol e' finalmente tutto di Marchisio che di destro piega le mani a Forster, imitato sei minuti piu' tardi da Vucinic, servito dallo stesso Marchisio. Nel finale spazio anche ad Anelka all'esordio con la maglia della Juventus.

Tags:
juvecelticcontemarchisiochampions leaguematri

i più visti

casa, immobiliare
motori
Al Villa D’Este debutta la Mostro Barchetta Zagato Powered by Maserati

Al Villa D’Este debutta la Mostro Barchetta Zagato Powered by Maserati


Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.