A- A+
Sport
lazar markovic

Kovacic ha bruciato Markovic nel derby in casa Partizan che portava in premio un viaggio di sola andata per Milano, anzi in direzione Appiano Gentile. Per luglio chissà, anche se il Chelsea è in forte vantaggio... Andiamo con ordine.

Attaccante e ala, tecnica e velocità: Lazar Markovic è il nome emergente non uscito dal lotto del mercato invernale. Pochi i botti in gennaio dietro all'iceberg-Balotelli (e proprio alla scommessa da 15 milioni di Moratti per Kovacic), perchè come sempre si pensa a riparare e metter pezze nella sessione di metà stagione. Il 19enne serbo invece promette di esser colpo da top club nel futuro prossimo. Sono molti gli osservatori che hanno messo gli occhi addosso a questo ragazzo capace di saltare l'uomo (doto che nel calcio d'oggi hanno sempre meno giocatori) e che sta migliorando anche in fase realizzativa. In autunno aveva già destato proprio l'attenzione dell'Inter che aveva incrociato il ragazzino nato a Cacak nel girone di Europa League con il suo Partizan Belgrado.

Una buona parola con Massimo Moratti su di lui l'hanno spesa a suo tempo sia Deki Stankovic e Sinisa Mihajlovic, ora ct della nazionale serba. Uno che ha la crescita di Markovic continuamente sott'occhio. Al punto che ha azzardato un paragone interessante per il ragazzino terribile del calcio serbo: "E' un grandissimo talento, è fortissimo. Può essere il nuovo Jovetic".

Attualmente la sua valutazione non è ancora altissima, siamo attorno quota 6-7 milioni di euro (contratto in scadenza nel 2016), ma promette di salire se Lazar manterrà le attese. Inter avvisata: già qualcuno sogna una squadra con impronta e talento tutto 'slavo'. Il serbo Markovic con il croato Kovacic a ridare sprint all'Inter del futuro? Una strana coppia sulle orme del Milan anni '90 degli amici Boban (da Zagabria) e Savicevic (Genio montenegrino) proprio per muover guerra sul campo al Diavolo delle tre creste alte (Balo-ElSha-Niang). 

La concorrenza per Markovic però è piuttosto importante: a metà gennaio si era parlato diffusamente di un pressing del Benfica (che avrebbe voluto prenderlo subito bruciando così club più facoltosi). C'è anche stato in questi mesi un interessante monitoraggio di Arsenal (Wenger da sempre ama scommettere sui giovani talenti) e della Juventus: oltre a Fernando Llorente, il club bianconero dovrebbe prendere un altro giocatore d'attacco di livello in estate e gli osservatori bianconeri stanno controllando la crescita del giovane Lazar (anche se il grande sogno è Jovetic). Ma il vero e principale avversario nella corsa a Markovic rischia seriamente di essere il Chelsea di Roman Abramovic. Addirittura in Inghilterra ha fatto rumore il recentissimo viaggio a Londra proprio per andare a conoscere i blues. "Ero solo in visita. Lo stadio è grande, è una città fantastica, ma non vuol dire che mi sono trasferito Chelsea. Sono abituato a ogni genere di cose viene scritto su di me e sono sicuro che continuerà fino a quando lascerò il Partizan ", ha minimizzato Markovic. Lo Zar però sta seriamente pensando al suo ingaggio in vista di luglio. E quei 6-7 milioni di valutazione già rischiano di raddoppiarsi se non oltre...

Tags:
lazar markovicpartizan belgradomihajlovicintercalciomercatomoratti

i più visti

casa, immobiliare
motori
Stellantis, successo confermato al Company Car Drive 2022

Stellantis, successo confermato al Company Car Drive 2022


Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.