A- A+
Sport
BOATENG

La squadra ha fatto una buona partita, è stata equilibrata. Abbiamo concesso poco o niente alla Juventus così come noi abbiamo avuto pochissime occasioni”. Max Allegri mastica amaro dopo la prima sconfitta nel 2013 del suo Milan. Ora la Fiorentina è a meno uno e il terzo posto a rischio... “Abbiamo un calendario che ci permette sulla carta di vincere tante partite”. Sibillino sul suo futuro in panca rossonera. “Speriamo di non fare danni in queste ultime partite”. Galliani: “Ora recuperiamo Balotelli e Flamini per la corsa ai preliminari di Champions”. Milan, le pagelle di Affari. Disastro della premiata ditta Abate&Amelia (voto 4), Mexes quasi perfetto (voto 7), Robinho una pena (voto 4), mentre ElSha e Pazzini...

PROMOSSI E BOCCIATI

Di Giordano Brega

AMELIA VOTO 4
. Entra per Abbiati (VOTO 6,5 salvataggio sulla punizione deviata di Pirlo) e lo fa rimpiangere a fine match. Non si dà pace per un rigore che ritiene essere ingiusto, ma la realtà e tutte le moviole mostrano una sua uscita quel tanto fuori tempo da render netto e indiscutibile il penalty.

ABATE VOTO 4. Apre ad Asamoah un’autostrada su un lancio che pareva di ordinaria amministrazione e mai avrebbe dovuto portare a quel patatrack. Sbaglia anche tanti cross, ma nel disastro del gol bianconero è quasi il meno.

MEXES VOTO 7. Perdere a Torino con il difensore centrale francese che gioca un match al limite della perfezione fa ancora più male. Philippe governa la difesa da leader, trasmette sicurezza a Zapata (voto 6,5) e ai centrocampisti. Perfetto negli anticipi, attento in chiusura e pronto a cercare pure qalche break offensivo. Ma l’erroraccio del duo Abate&Amelia vanifica tutto.

CONSTANT, VOTO 6. Più che discreta la tenuta difensiva e per giunta talvolta lo si vede scendere sulla fascia con un bel mix di tecnica nel puntare l’uomo e velocità. Peccato però che quasi tutti i suoi cross siano imperdonabilmente sballati.

 

AMELIA

AMBROSINI VOTO 6+. Il capitano protegge e vigila sulla sua difesa. Spende qualche fallo di troppo, ma non commette errori. Si arrende alla caviglia dolorante dopo i primi 45’ minuti e l’ingresso di Muntari (voto 5+) non giova alla causa rossonera come la presenza di Ambro.

MONTOLIVO VOTO 6. Bada ad amministrare e smistare la palla senza la ricerca di grandi giocate. Troppo asfissiante il pressing dei bianconeri su di lui.

BOATENG VOTO 6--. Nulla da dire sull’agonismo, anzi prova davvero generosa sotto questo aspetto. Ma un po’ di qualità in più non avrebbe fatto male...

ROBINHO VOTO 4. La tenuta fisica è rivedibile a esser generosi, quella tecnica inesistente. Non inventa mezza gioca degna di nota. Meglio di lui Bojan, ma anche il Piccolo Lord combina pochino e sta al di sotto della sufficienza.

PAZZINI VOTO 5. Lotta in mezzo a una muraglia umana (dura la vita se hai di fronte la difesa più forte del campionato). Sporca qualche pallone per i compagni, ma non trova mai una conclusione personale.

EL SHAARAWY VOTO 5,5. A tener conto di cuore e rientri difensivi si può anche essere indulgenti sulla valutazione del suo match. Però davanti non è quasi per nulla pericoloso. Lo si vede qualche volta partire deciso della sua mattonella di centrosinistra, ma la retroguardia bianconera gli leva immediamente ogni certezza.

IL POST PARTITA

ALLEGRI: “LA FIORENTINA SOTTO? IL CALENDARIO CI PERMETTE DI VINCERE MOLTE PARTITE SULLA CARTA. IL MIO FUTURO? SPERIAMO DI NON FAR DANNI” - Una serata sfortunata con le perdite già nel primo tempo di Abbiati e Ambrosini? “Dispiace, soprattutto perché così sono andati via due cambi e mi era rimasto un solo cambio”, si rammarica Max Allegri ai microfoni di Sky. E analizza il match: “La squadra ha fatto una buona partita, è stata equilibrata. Abbiamo concesso poco o niente alla Juventus così come noi abbiamo avuto pochissime occasioni”. L’amarezza è tanta: “Dispiace uscire sconfitti in una situazione dove potevamo fare meglio, però abbiamo commesso questo errore. Prendiamo questa sconfitta che è la prima del girone di ritorno e ora pensiamo a giocare queste ultime cinque partite nel migliore dei modi cercando di fare più punti possibile e di mantenere il vantaggio sulle dirette inseguitrici”. Ora la Fiorentina è a meno 1 e la terza posizione in bilico. Paura viola? “Non è che fa paura, sapevamo che noi avevamo un trittico di partite importanti, avevamo il match point sul 2-0 a Firenze, non l’abbiamo sfruttato e dopo quel pareggio era normale che ci potessimo ritrovare la Fiorentina a ridosso per il calendario. E’ normale che ora abbiamo un calendario che ci permette sulla carta di vincere tante partite e poi dobbiamo farlo per raggiungere la quota che ci garantirebbe di raggiungere la qualificazione ai preliminari di Champions League”.

El Shaarawy è in una fase di appannamento... “Credo abbia fatto un buon primo tempo. Nel secondo c’erano spazi più stretti, veniva spesso raddoppiato e ha trovato un po’ più di difficoltà. Credo sia normale che un ragazzo di 20 anni che per il primo anno gioca da titolare e fa tantissimi gol abbia un momento di appannamento, però credo che continuare a dirlo non serva a niente, anche perché non bisogna creargli un alibi. Credo che fisicamente stia bene, deve capire che durante l’arco di un campionato ci sono delle difficoltà e in questi momenti il ragazzo deve crescere”.

Si riparte con Allegri in panchina l’anno prossimo? “Al momento con me in panchina, speriamo di non fare danni in queste ultime partite. Abbiamo cinque partite, nel calcio può succedere di tutto. Poi sono un allenatore che spesso viene messo in discussione, anzi questo mi manca un po’ (ride, ndr).

GALLIANI: “NON MERITAVAMO LA SCONFITTA. ORA PENSIAMO AL TERZO POSTO E AI RIENTRI DI DI BALOTELLI E FLAMINI” - ”E’ stata una buona partita, da 0-0. Purtroppo gli episodi del rigore e degli infortuni hanno condizionato la gara. Ora arrivano due turni casalinghi e dobbiamo restare sereni per tenere la posizione di classifica”, spiega Adriano Galliani a Milan Channel. Poi torna sulla sconfitta dello Juventus Stadium: “Abbiamo sbagliato in fase conclusiva ma anche loro non hanno fatto molto, era la classica partita da 0-0, c’è stato solo questo episodio del rigore a cambiarla. Continuo a credere e pensare che non meritavamo di perdere, e penso anche che il prossimo anno non ci sarà questo distacco dalla Juve”. Il dirigente rossonero pensa positivo. “Ora comunque dobbiamo pensare a mantenere il terzo posto e andare ai play-off di Champions e in questo senso sono importanti i rientri di Balotelli e Flamini dalle squalifiche”.

AMELIA NON CI STA: “QUESTI RIGORI NON SI DANNO” - "Non sono convinto su questi rigori, per me sono furbizie degli attaccanti. Questi non li darei mai, ma ho sbagliato io. E' un rigore più cercato da lui perchè io sono già a terra”, racconta il portiere rossonero a Sky. Sottolinea: “Non è colpevolizzare l'arbitro che conosco, arbitro livornese che ha grandi capacità. Pazienza ma dispiace. Io sono andato in basso proprio per evitare, prima che io lo prendo già sta guardando. Non è amarezza, è il dispiacere di aver perso la partita al di là dell'episodio”. E conclude: “Non abbiamo avuto grandi occasioni, ma abbiamo tenuto il campo e la palla, credo che abbiamo fatto molto bene dal punto di vista del calcio".

Tags:
milanjuventusallegri
in evidenza
Simest, la qualità a supporto della competitività delle pmi italiane

Esportazioni

Simest, la qualità a supporto della competitività delle pmi italiane

i più visti
in vetrina
Pnrr e opportunità per le Pmi CorporateCredit, l'intervista al Ceo Giordano Guerrieri

Pnrr e opportunità per le Pmi
CorporateCredit, l'intervista al Ceo Giordano Guerrieri


casa, immobiliare
motori
Mercedes Benz punta ad essere l’auto di maggior valore al mondo

Mercedes Benz punta ad essere l’auto di maggior valore al mondo


Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.