A- A+
Sport
montella modificato 2

Di Alberto Foà

Dunque la Juventus ha stravinto un campionato che non poteva perdere. Ancora il 5 maggio, come quello regalatole dall’Inter contro la Lazio. Stavolta contro un Palermo che, a questo punto, nonostante la fortuna – del Milan – continui a perseguitare il Torino, ha un piede, o quanto meno i talloni – in B. E qui ci sta una prima considerazione: Zamparini quest’anno ha cambiato più allenatori che paia di calze, ha speso anche qualche soldino ma nonostante i nomi a disposizione potrebbe, anzi quasi dovrebbe, retrocedere. Bene, cioè male, perché invece, per dire, chi ha insistito dall’inizio alla fine sullo stesso trainer, ha conquistato le posizioni migliori – naturalmente con l’eccezione di regola dell’Inter – anche quando, come nel caso del Milan e, soprattutto, dell’Udinese, era partito male. Ancora a proposito di allenatori, se non ce la sentiamo di sbilanciarci su Andreazzoli, che ha ereditato da Zeman una squadra fortissima ma gli sta comunque dando una continuità di risultati che prima i giallorossi non avevano, la novità principe del torneo per il gioco dato alla propria squadra è sicuramente Montella: forse la sua Fiore non arriverà al terzo posto (anche se il Milan non se lo merita è probabile che se lo prenda), ma i viola hanno espresso davvero lunghi sprazzi di bel gioco. Per concludere, a proposito di Milan, anche domenica tutti a esaltare Balotelli ma la verità è che i fattori decisivi sono stati altri: il fondoschiena di Allegri – che potrebbe lasciare la squadra per volontà di Silvio Berlusconi e magari finire proprio alla Roma di Totti, Osvaldo e Lamela – e il portiere Abbiati, che la squadra la dovrebbe lasciare per volontà propria, perché di sicuro non accetterebbe di fare il secondo di qualcuno, tanto più – cioè tanto meno – di Julio Cesar. Non lo accetterebbe. E neppure se lo merita…

Iscriviti alla newsletter
Tags:
juveinterscudetto5 maggio
in evidenza
Risolvi il tuo Debito: aiutate più di 300 mila persone in 12 anni di attività

Corporate - Il giornale delle imprese

Risolvi il tuo Debito: aiutate più di 300 mila persone in 12 anni di attività

i più visti
in vetrina
Agiter Investigazioni, come funzionano le indagini private e aziendali

Agiter Investigazioni, come funzionano le indagini private e aziendali


casa, immobiliare
motori
Mercedes-Benz EQB: l’elettrica con la Stella è anche sette posti

Mercedes-Benz EQB: l’elettrica con la Stella è anche sette posti


Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.