A- A+
Sport
giro d'italia

Un totale di 3.405,3 chilometri per tre settimane di gara che culmineranno con l'arrivo a Brescia, quando tutto dovrebbe essere gia' deciso. Il conto alla rovescia sta per completarsi: sabato 4 maggio scatta il Giro d'Italia 2013 con la Napoli-Napoli di 154 chilometri che mettera' in palio la prima maglia rosa. L'antivigilia della corsa Rcs e' pero' iniziata nel peggiore dei modi per i colori italiani. Tra gli azzurri, sono pronti a dar battaglia, in primis, Vincenzo Nibali e Michele Scarponi, che dovranno vedersela con la coppia Wiggins-Hesjedal. La Cannondale Pro Cycling e' stata costretta a rinunciare al suo capitano, Ivan Basso, che ha dato l'inatteso forfait per un ascesso perineale. Il suo posto nella formazione verra' preso da Damiano Caruso.

Davvero un brutto colpo per lo stesso show del Giro, visto che l'esperto varesino si era imposto gia' in due edizione, nel 2006 e nel 2010, ed era sicuro di poter dire la sua anche quest'anno. Sulla carta, dunque, il favorito numero uno e' il britannico Bradley Wiggins, che il team Sky schiera come punta unica senza la scomoda presenza di Christopher Froome (secondo dietro di lui all'ultima Gran Boucle indossando i panni di scudiero di lusso). Sir Wiggins, campione olimpico in carica a cronometro, non fara' certo il turista, anche perche' le cronometro di Saltara e Polsa hanno tutto per esaltarne le caratteristiche. Quel che sara' da valutare e' se 'Wiggo' avra' gia' la mente al Tour de France, dove dovra' difendere la maglia gialla vinta lo scorso anno, o se dara' tutto senza fare calcoli. Un atteggiamento che, come dimostro' Alberto Contador nel 2011, puo' comportare seri rischi alla Grande Boucle. Il fuoriclasse spagnolo, che si e' visto togliere quel trionfo dalla bacheca in seguito alla controversa storia di doping che lo vide coinvolto, non ci sara', mentre si presentera' regolarmente al via il campione in carica, il canadese Ryder Hesjedal, sempre piu' in condizione dopo le classiche del Nord. Restando sempre nell'ambito degli stranieri che sognano in grande, meritano attenzione l'olandese Robert Gesink (Blanco), l'australiano Cadel Evans (Bmc), il basco Samuel Sanchez (Euskaltel-Euskadi)

Tra gli azzurri, sono pronti a dar battaglia, in primis, Vincenzo Nibali e Michele Scarponi. Il siciliano dell'Astana, dopo un successo alla Vuelta e il podio al Tour, e' pronto al salto definitivo di qualita', confortato dai successi alla Tirreno-Adriatico e al Giro del Trentino. Il marchigiano della Lampre-Merida, vincitore a tavolino nel 2011 per la squalifica di Contador, potra' fare affidamento sull'esperienza di Filippo Pozzato e Jose' Serpa. Possono aspirare al podio Domenico Pozzovivo (Ag2r La Mondiale), Giampaolo Caruso (Katusha), Eros Capecchi (Movistar) e due coppie tutte da scoprire, Franco Pellizotti ed Emanuele Sella (Androni Venezuela) e Stefano Garzelli e Danilo Di Luca (Vini Fantini-Selle Italia).

Tags:
nibaligiro d'italiahesjedalwigginsscarponicadel evans

i più visti

casa, immobiliare
motori
Mustang Mach-E: Il primo SUV completamente elettrico di Ford

Mustang Mach-E: Il primo SUV completamente elettrico di Ford


Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.