A- A+
Sport
pulvirenti legrottaglie

Alla fine della passata stagione, con gli addii di Pietro Lo Monaco a livello dirigenziale e Vincenzo Montella in panca, sembrava che il Catania dovesse ripartire da zero. E invece, poco dopo il giro di boa, ecco gli etnei al settimo posto, in piena Europa League. Una sorpresa per tutti, anche per il presidente Antonino Pulvirenti, ma fino a un certo punto. "In dieci anni abbiamo costruito qualcosa di importante per il calcio italiano, siamo una societa' virtuosa, con i conti in ordine, un centro sportivo all'avanguardia in Europa, scandali come Moggiopoli e le scommesse non ci hanno mai convolti - rivendica ai microfoni di 'Radio Anch'io Sport' - abbiamo cominciato a investire nei giovani e stanno gia' venendo fuori ragazzi interessanti. Questa e' la strada, noi abbiamo anticipato i tempi: il Catania e' un esempio per tutto il calcio italiano. A questo punto, pero', sognare l'Europa e' lecito.

"Guardiamo a partita dopo partita, non guardiamo oltre, ora pensiamo solo alla gara di Napoli - commenta il patron - i ragazzi hanno dimostrato sul campo di meritare questi punti, nulla ci puo' essere precluso ma restiamo con i piedi per terra. Per andare in Europa ci sono cinque posti piu' uno assegnato dalla Coppa Italia e davanti abbiamo squadre che hanno fatto investimenti importanti e con ricavi che sono dieci volte il nostro. La speranza c'e' ma c'e' anche una realta' con cui bisogna confrontarsi, abbiamo davanti ostacoli enormi. Andiamo avanti ma con molta serenita'".

Del resto, se il Catania e' lassu', e' perche' ci ha creduto, trattenendo i pezzi migliori. "Quest'anno abbiamo fatto una scelta diversa, di non cedere nessuno e confermare e migliorare il gruppo - spiega Pulvirenti - ma abbiamo dovuto lottare per non cedere i nostri giocatori e questo discorso non puo' essere fatto per sempre. Alla fine della stagione diventera' complicato trattenere qualcuno che ha mercato e che e' attratto da societa' piu' blasonate, a quel punto vedremo il da farsi". Ma da qui a giugno c'e' tempo, ora c'e' il Napoli. "Per noi e' una gara strana, una sfida di alta classifica, la affrontiamo in una situazione di classifica che neanche noi ci aspettavamo - confessa il presidente del Catania - Ma ci arriviamo con merito, andremo a giocarci la gara con grande serenita' ma anche con la determinazione dimostrata in questo periodo, cercando di fare risultato. Battendo il Napoli faremmo un favore alla Juve? In questo caso glielo farei volentieri...".

Parole che sembrano far intendere come la polemica a distanza con Agnelli in occasione delle elezioni in Lega sia acqua passata. "Sono stato provocato e non ho iniziato io la polemica - ricorda Pulvirenti - sono stato deferito e mi difendero'. Per me il discorso e' chiuso ed era chiuso anche prima. L'atteggiamento che Agnelli ha avuto in assemblea di Lega e anche dopo non mi e' piaciuto, ho fatto una battuta che dalle nostre parti si fa ma c'e' stata una levata di scudi contro di me che mi e' sembrata spropositata. Agnelli stesso ha detto che non si puo' essere sempre lord e bisogna accettare anche qualche battuta e sdrammatizzare". E a questo proposito, Pulvirenti non se la sente di condannare del tutto gli sfoghi bianconeri post-Genoa. "Il modo di comportarsi della societa' lo indica il presidente, si parla sempre di essere piu' tranquilli anche se poi le situazioni del momento determinano la reazione - ammette - magari in quel momento, quella situazione ha esasperato gli animi, tutti i buoni propositi in un attimo li perdi, c'e' una reazione umana che per quanto puo' sembrare strana o accesa, ci puo' stare, puo' succedere. La stagione entra in un momento delicato, gli animi sono accesi e puo' capitare".

Tags:
pulvirenticataniaeuropa league

i più visti

casa, immobiliare
motori
Mercedes-Benz EQB: l’elettrica con la Stella è anche sette posti

Mercedes-Benz EQB: l’elettrica con la Stella è anche sette posti


Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.