A- A+
Sport
Riccardo Riccò, confessione choc: "Mi stavo per sparare..."

"La passo dalla mano destra alla sinistra. La contemplo, mi inquieta. Mi guarda. Mi giudica. Mi aspetta. Pesante e fredda (...) E' una Carl Walther waffenfabrik modello PPK-L calibro 7,65. Con sei pallottole nel caricatore".  Parole di Riccardo Riccò nel libro il "Funerale in giallo" (già uscito in Francia e in Italia arriva per Feltrinelli), scritto col giornalista Salvatore Lombardo. Il Cobra di Formigine racconta la sua storia: l'ascesa, le imprese sulle salite di Giro e Tour, sino alle squalifiche per doping (è stato fermato fino al 2024) e il tentativo di suicidio.

Riccò ricorda lo stupore all'arrivo negli Under 23 "sono un chierichetto. Tutti i ragazzi intorno a me sembrano dei caccia aerei". Quindi l'avvicinamento al doping: "Decido di fare come gli altri. Ma con moderazione. Ed è immediatamente un altro mondo".

Racconta come avvenne la trasfusione. "Apro il frigo, prendo la sacca di sangue rinforzata di ferritina e mi allungo per farmi la trasfusione come mi hanno spiegato". E dice: "Non so più chi sono. Un dopato. Un recluso. Un bugiardo. Un uomo. Un bambino. Un escluso".

Tags:
riccòcobra di formigine
in evidenza
Meteo, fresco? È solo un’illusione Torna l'inferno. Ecco quando

Meteo

Meteo, fresco? È solo un’illusione
Torna l'inferno. Ecco quando

i più visti
in vetrina
Banca Ersel, inaugurato il progetto di ristrutturazione della nuova sede

Banca Ersel, inaugurato il progetto di ristrutturazione della nuova sede


casa, immobiliare
motori
Nissan JUKE Hybrid: efficienza e basse emissioni ma anche piacere di guida

Nissan JUKE Hybrid: efficienza e basse emissioni ma anche piacere di guida


Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.