A- A+
Sport
Roma: dopo Ibarbo ecco il colpo last minute: preso Spolli

"Ancora non ci credo che sono un giocatore della Roma". Superate le rituali visite mediche, Victor Ibarbo ha firmato, affiancato dal Ceo Italo Zanzi, il contratto con il club giallorosso, che lo ha prelevato dal Cagliari con la formula del prestito oneroso (2,5 milioni di euro) con diritto di riscatto fissato a 12,5 milioni. "E' un club molto importante, conosciuto calcisticamente - ha detto il 24enne attaccante colombiano a Roma Tv - Fisicamente sto bene, ho avuto un infortunio e sono stato fuori un mese e mezzo, ma ora per fortuna e' tutto a posto". La punta sudamericana e' sbarcata a Trigoria con le idee chiare: "L'obiettivo e' quello di vincere sempre, di conquistare un titolo. Sono venuto qui con la possibilita' di fare bene calcisticamente e personalmente".

L'ufficialita' dell'acquisto di Ibarbo era arrivata domenica, ed aveva fatto seguito ad un altro attaccante preso dalla Roma, Doumbia. Ibarbo, nato a Cali' e cresciuto nell'Atletico Nacional, ha indossato la maglia del Cagliari dal 2011 al gennaio 2015, realizzando un totale di 15 reti in 115 partite disputate. Con la nazionale colombiana vanta 12 presenze ed una rete.

Acquisto last minute poi in difesa. Preso il 31enne difensore argentino Nicolas Spolli che piaceva anche alla Sampdoria. Arriva dal Catania in prestito oneroso (1,5 milioni di euro) con obbligo di riscatto a giugno per 1,5 milioni di euro.

Buone notizie dal Giudice Sportivo: assolto Miralem Pjanic per il colpo dato a Mario Rui. "Le (poche) immagini televisive disponibili, riconducibili ad un'unica telecamer documentano che, nella circostanza segnalata, al termine di un’azione d’attacco romanista, esauritasi in prossimità dell’area di rigore avversaria, il calciatore giallorosso (Pjanic, ndr) veniva contrastato nel movimento, a notevole distanza dal pallone, dal calciatore empolese (Mario Rui, ndr) che, in conseguenza del contatto, cadeva dolorante al suolo. L’arbitro interrompeva il giuoco senza adottare alcun provvedimento disciplinare".

Il giudice rileva che "è certo che il calciatore empolese venne colpito sul lato destro del costato (salvo ipotizzare una incomprensibile simulazione); è anche del tutto presumibile che sia stato colpito dal braccio destro del Pjanic, ma dalle immagini televisive non può essere tratta una incontrovertibile valutazione circa la dinamica del movimento (una manata? un pugno? una spinta?), circa l’energia impressa e, soprattutto, circa la presumibile, ma non certa, intenzionalità lesiva, che connota la condotta violenta".

Tags:
romaibarbospolliprova tv pjaniccalciomercato

i più visti

casa, immobiliare
motori
Lancia firma il suo primo monopattino elettrico

Lancia firma il suo primo monopattino elettrico


Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.