A- A+
Sport
Nba, la vicenda razzista di Sterling diventa una parodia a luci rosse
Vivi Stiviano e Donald Sterling

La stella dell'hard Raven Bay (nel ruolo della Stiviano) e l'attrice che interpreta Shelly Sterling (ex moglie di Sterling) invitano Donald a fare sesso a tre in un motel ma quando lui arriva, loro gli preferiscono un giocatore di basket afroamericano e lui è costretto a guardare. E' questa la parodia a luci rosse legata al patron dei Los Angeles Clippers (impersonato da James Bartholet, in passato attore di "General Hospital"), bandito dall'Nba dopo che vennero intercettate le sue frasi razziste contro i giocatori neri.

Il regista Billy Watson ha commentato con soddisfazione per la sua opera, ma non senza attaccare a sua volta Sterling: "Questa storia è così disgustosa che forse per la prima volta un porno non è riuscito a renderla più sporca".

Iscriviti alla newsletter
Tags:
sterlingparodia a luci rosselos ageles clippersvivi stiviano
in evidenza
CorporateCredit, l'intervista al Ceo Giordano Guerrieri

Pnrr e opportunità per le Pmi

CorporateCredit, l'intervista al Ceo Giordano Guerrieri

i più visti
in vetrina
Meteo, Italia nella morsa del caldo africano di Hannibal, picchi fino a 34°C

Meteo, Italia nella morsa del caldo africano di Hannibal, picchi fino a 34°C


casa, immobiliare
motori
Volkswagen presenta i nuovi suv ID.5 e ID.5 GTX coupé 100% elettrici

Volkswagen presenta i nuovi suv ID.5 e ID.5 GTX coupé 100% elettrici


Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.