A- A+
Sport
milito modificato 8

"Sono convinto che siamo una grande squadra che ha avuto un periodo difficile e non una squadra normale che ha avuto un grande periodo. La mia Inter e' una squadra che ci sara' fino alla fine". Andrea Stramaccioni, alla vigilia della gara col Pescara che segna l'inizio del girone di ritorno, si guarda indietro e giudica positivamente la prima parte di stagione

"Siamo partiti non in maniera positiva - prosegue il tecnico -, avevamo delle difficolta' a livello tattico per organizzare i tanti giocatori che avevamo cambiato, ma dalla quinta giornata in poi abbiamo trovato un'identita' di base, con la difesa a tre, che ci ha permesso di inanellare una serie di risultati positivi in Italia e in Europa, poi c'e' stato un calo di risultati. Ma siamo una grande squadra". Stramaccioni ribadisce che, per quanto si sia parlato di scudetto dopo la vittoria in casa della Juve, "l'obiettivo rimane sempre lo stesso, tornare in Champions, porre le basi per tornare a fare la massima competizione europea dalla porta principale e quindi arrivare fra i primi tre posti in Italia. Dobbiamo continuare a crescere, nonostante i passi falsi sono convinto che l'Inter di fine agosto e' una lontana parente di quella di oggi". E spiega: "Abbiamo lasciato dei punti per strada, e' un rammarico ma a Udine, finche' non siamo rimasti in dieci, ho avuto la sensazione che avessimo ritrovato la forza per fare la partita anche in trasferta. Fra fortuna e fame ci e' mancato qualcosa sottoporta tra Lazio, Genoa e Udinese ma ora e' importante tornare a vincere".

Le condizioni di Milito e Gargano: "Milito ha avuto un problema alla vigilia di Udine, un problemino al ginocchio, che non porta a complicazioni cliniche. Adesso sta bene, domani è a disposizione: non sarà al 100 per cento ma è recuperato. Gargano è stato convocato, ma mi porto il dubbio nelle prossime ore. Peccato che sia un momento in cui non abbiamo tantissime alternative a centrocampo".

Nella lista dei convocati compare anche Nagatomo, ma il tecnico spiega che "è stato convocato perché mi ha chiesto di stare con noi, come Milito è venuto a Udine, come Cassano è venuto a Parma. Sente sua la maglia e vuole dare il suo contributo come presenza. Non è pronto, non sarà utilizzato, spero di riaverlo contro la Roma". Con Samuel (ko) e Ranocchia (squalificato) indisponibili c'è forte emergenza nel reparto centrali.

STRAMACCIONI CONVOCA 24 GIOCATORI: C'E' L'ACCIACCATO GARGANO

Portieri: 1 Handanovic, 27 Belec, 77 Di Gennaro;

Difensori: 4 Zanetti, 6 Silvestre, 26 Chivu, 31 Pereira, 42 Jonathan, 44 Bianchetti, 55 Nagatomo;

Centrocampisti: 14 Guarin, 16 Mudingayi, 17 Mariga, 19 Cambiasso, 20 Obi, 21 Gargano, 24 Benassi, 41 Duncan;

Attaccanti: 7 Coutinho, 8 Palacio, 18 Rocchi, 22 Milito, 88 Livaja, 99 Cassano.

Tags:
stramaccioniintercrisipescara

i più visti

casa, immobiliare
motori
Toyota presenta la nuova Corolla Cross

Toyota presenta la nuova Corolla Cross


Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.