A- A+
Sport
Tevez, in Argentina creano il caso: "Ha detto cagon ad Allegri e..."

Minuto 86 di Juventus-Real Madrid, Allegri richiama in panchina un monumentale Carlos Tevez e inserisce Pereyra: una sostituzione tattica e per guadagnare qualche secondo. Ma la faccia dell'Apache è tutta un programma: volto scuro e chiara voglia di restare in campo per combattere sino all'ultimo secondo della semifinale di Champions League. Il caso però sarebbe chiuso e ampiamente archiviato lì.

Non fosse che in Argentina soffia soffiano sul fuoco. "Gli ha detto cagon, puto", scrive il giornale Olè. Soggetto: Carlitos. Oggetto (dell'insulto): Massimiliano Allegri. Questa la ricostruzione del diario sudamericano. Di labiali non ve n'è traccia. Nessun mistero sul fatto che Buenos Aires e dintorni sperino che l'Apache chiuda con un anno di anticipo il suo matrimonio con la Signora, per tornare al Boca Juniors è poi cosa nota da tempo.

Non a caso sempre Olè riassume la vicenda con il titolo: "Que Boquita!". Traduzione: "Che boccaccia". Ma la parola, guarda un po', richiama sempre al Boca...

Tags:
tevezargentinaallegrijuventusreal madridchampions
in evidenza
Simest, la qualità a supporto della competitività delle pmi italiane

Esportazioni

Simest, la qualità a supporto della competitività delle pmi italiane

i più visti
in vetrina
Pnrr e opportunità per le Pmi CorporateCredit, l'intervista al Ceo Giordano Guerrieri

Pnrr e opportunità per le Pmi
CorporateCredit, l'intervista al Ceo Giordano Guerrieri


casa, immobiliare
motori
Stellantis, successo confermato al Company Car Drive 2022

Stellantis, successo confermato al Company Car Drive 2022


Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.