La Federcalcio irlandese chiede la ripetizione del match con la Francia

Giovedì, 19 novembre 2009 - 16:35:00
henry180
La mano incriminata
di Tittì Henry

L'IRLANDA CHIEDE LA RIPETIZONE DELLA PARTITA -
Mentre il presidente della federazione francese esclude un siluramento di Domenech ora che i giochi sono fermi e la Francia ha faticosamente conquistato l'accesso ai Mondiali ("La questione non si pone, vi immaginate dirgli: 'Senti Ramond, grazie per averci fatto qualificare, ma ora ti sostituiamo con qualcun altro per i mondiali'?"), la federcalcio irlandese (Fai) ha chiesto la ripetizione dello spareggio mondiale contro la Francia per l'irregolarità del gol di Gallas, preceduto da un fallo di mano. "La decisione palesemente sbagliata dell'arbitro di convalidare il gol ha danneggiato l'integrita' dello sport e chiediamo alla Fifa di far rigiocare la partita", si legge in una nota della Fai. La federazione di Dublino cita il precedente di una gara di qualificazione ai mondiali del 2006 tra Uzbekistan e Bahrein, ripetuta per un errore tecnico dell'arbitro (rimessa dal fondo anziche' ripetizione di un rigore per un giocatore della squadra attaccante entrato prima in area).

HENRY, 'E' VERO HO TOCCATO LA PALLA DI MANO' - Una mano de Dios alla francese: da Maradona a Mexico '86 e Thierry Henry che lancia la corsa dei galletti fino ai Mondiali del Sudafrica. Tittì ammette senza remore: "So cosa volete sapere e non mentirò: ho toccato il pallone di mano. Io, però, non sono l'arbitro. La palla ha colpito la mia mano, io ho continuato a giocare. L'arbitro non ha fischiato e noi abbiamo segnato. Avrei preferito che le cose andassero in un altro modo, ma io non sono l'arbitro. E non credo che la nostra qualificazione sia un furto. Festa rovinata? No, no. Siamo qualificati. E il fatto di aver centrato l'obiettivo tra le difficoltà rende tutto ancora più bello".

TRAPATTONI, 'ALLA FACCIA DEL FAIR PLAY' -  "Se l'arbitro avesse chiesto a Henry, lui avrebbe ammesso di aver toccato il pallone con la mano. La Fifa parla di fair play, ma è inutile parlare di fair play se poi non si rispettano le regole. Sarà compito dei mezzi di informazione far capire cosa è successo prima del gol francese, anche se tutto il mondo l’ha visto. Loro hanno giocato bene a Dublino, ma noi meritavamo di andare in Sudafrica”.

DOMENECH, 'NON HO VISTO NULLA'  - "Voglio assaporarmi la qualificazione siamo tutti contenti di vedere la Francia al Mondiale. L’obiettivo era quello di qualificarsi: ci siamo riusciti di fronte a una grande squadra. L’Irlanda meritava ampiamente di andare in Sudafrica, ci ha messo seriamente in difficoltà. E’ stata una bella battaglia, devo dire bravo a tutti. Dell'episodio di Henry non ho visto nulla dal campo”.

IL VIDEO DEL CLAMOROSO ERRORE DI FRANCIA-IRLANDA

LA NOTTE DELLA BEFFA IRLANDESE E DELLE ULTIME QUALIFICAZIONI - Algeria, Grecia, Slovenia, Portogallo e Francia: in attesa del ritorno tra Uruguay e Costa Rica, sono queste le ultime cinque nazionali che staccano il biglietto per Sudafrica2010. Impresa solo sfiorata, dunque, per Giovanni Trapattoni a cui resta la magra consolazione di aver fatto sudare per 210 minuti i Bleus di Domenech.

Per avere ragione dell'Irlanda, infatti, la Francia ha avuto bisogno dei supplementari. A Saint-Denis, al termine dei 90', gli uomini del Trap erano riusciti a pareggiare i conti con il ko di Dublino grazie alla rete di Robbie Keane al 32' ma il gol di William Gallas a due minuti dalla fine del primo tempo supplementare ha fissato il risultato sull'1-1, qualificando i transalpini. Non mancheranno pero' le polemiche, visto che l'azione che ha portato al pari dei Bleus e' stata viziata da un doppio fallo di mano di Henry. Alla fine, pero', e' la Francia a volare in Sudafrica, mentre all'Irlanda del duo italiano Trapattoni-Tardelli rimane l'amarezza di chi resta fuori pur avendo perso solo una partita sulle 12 disputate durante le qualificazioni. L'impresa vera la compie cosi' la Slovenia, che contro ogni pronostico ottiene a Maribor la vittoria minima (1-0, rete al 44' dell'ex Parma e Frosinone Dedic) ed elimina una Russia che qualche giorno prima dell'andata aveva pure presentato le maglie per i Mondiali. Sugli uomini di Guus Hiddink pesa come un macigno il gol subito a Mosca, all'88' da Pecnik, quando gara e qualificazione sembravano ormai un discorso chiuso ma anche oggi non sono mancati gli episodi negativi, come l'espulsione di Kherzakov al 21' della ripresa (nel finale e' poi arrivato il secondo giallo per Zhirkov) che ha compromesso ogni residua speranza. Niente quarto Mondiale di fila al timone di una nazionale diversa ('98 Olanda, 2002 Corea del Sud e 2006 Australia) per Hiddink, mentre la Slovenia torna a disputare una rassegna iridata dopo la prima e unica apparizione nel 2002. Grande impresa anche quella della Grecia, che dopo il pari senza reti di Atene riesce a espugnare Donetsk, superando 1-0 l'Ucraina. Il gol qualificazione porta la firma, al 31', di Salpingidis con Otto Rehhagel che salva la panchina e dopo il successo a Euro2004 scrive un'altra pagina nella storia ellenica: quella in Sudafrica, infatti, sara' la seconda apparizione di sempre in una fase finale della Coppa del Mondo dopo quella di Usa '94. Missione compiuta per il Portogallo, che anche senza Cristiano Ronaldo riesce a prenotare il volo per il Sudafrica. I lusitani, reduci dal successo per 1-0 a Lisbona, si ripetono anche a Zenica, battendo con lo stesso punteggio la Bosnia col gol di Raul Meireles al 56'. Per la nazionale di Queiroz si tratta della quinta qualificazione a un Mondiale dopo quelle ottenute per le edizioni 1966, 1986, 2002 e 2006. A Khartoum, infine, l'Algeria cancella il drammatico recupero della sfida del Cairo e si aggiudica lo spareggio con l'Egitto. Yahia al 40' manda in delirio i tifosi algerini, siglando la rete che vale la vittoria e il pass per il Mondiale, il terzo nella storia delle Volpi del Deserto, assenti dal palcoscenico iridato dal 1986. Ennesima delusione invece per i Faraoni, vincitori delle ultime due edizioni della Coppa d'Africa ma fuori dal giro da Italia '90.

(SEGUE - L'ITALIA BATTE LA SVEZIA NELL'ULTIMO TEST MATCH DEL 2009. CHIELLINI: SONO MIGLIORATO TANTO)

0 mi piace, 0 non mi piace


Titoli Stato/ Collocati 6,5 mld Btp, tassi a minimi record
Riforme/ Guerini (Pd): verso elezione indiretta Senato
Alitalia/ Uilt, non arrivata lettera da Etihad
Riforme/ Renzi: se non si trova sintesi pronto a passo indietro
Milan/ Berlusconi: vendita club fantasia altrui
Mps/ Grillo: questa e' la mafia del capitalismo
Mps/ Grillo, facciamo casino per fare un po' di trasparenza
Berlusconi/ Vede foto Merkel e dice "Aridatece Kohl"
LEGGI TUTTE LE ULTIMISSIME

LA CASA PER TE

Trova la casa giusta per te su Casa.it
Trovala subito

Prestito

Finanziamento Agos Ducato: fai un preventivo on line
SCOPRI RATA

BIGLIETTI

Non puoi andare al concerto? Vendi su Bakeca.it il tuo biglietto
PUBBLICA ORA