A- A+
Sport
Ultrà: accoltellato a Napoli, "romano di m... Te ne devi andare"

"Romano di m?, te ne devi andare di qua, non devi lavorare qua". Cosi' gli aggressori si sono rivolti a un giovane romano, dipendente di un noto albergo napoletano, prima di accoltellarlo al gluteo. Sulla vicenda indaga anche la Digos perche' c'e' il sospetto che l'episodio possa essere legato agli ambienti calcistici ultra, alla morte del tifoso del Napoli, Ciro Esposito, ventinovenne di Scampia, ferito in maniera grave, da un ultra della Roma, prima dell'incontro della finale di Coppa Italia, il 3 maggio scorso, e deceduto dopo 53 giorni di agonia. Infatti, Federico S., di 27 anni, della zona del Testaccio, e' un tifoso della Roma, non organico pero' agli ultra capitolini, ed e' stato colpito, tempo fa, da un Daspo, in seguito a tafferugli; inoltre, e' un frequentatore della Curva Sud dello Stadio Olimpico.

Gli investigatori, comunque, puntano la loro attenzione anche su altre ipotesi. Tra cui, quella di un movente legato al suo lavoro, di cuoco, nell'Hotel Romeo in via Vespucci. Questi alcuni degli elementi, comunque, su cui starebbero lavorando gli agenti della Digos. Innanzitutto, sulla frase, riferita alla polizia dal ferito. In essa non c'e' alcun riferimento fatto dall'aggressore alla tragedia che ha stroncato la vita dell'ultra del Napoli, Ciro Esposito. Poi, la circostanza che abbia agito da solo ed ancora che i gruppi ultra, attraverso facebook, hanno fatto sapere di non condividere assolutamente quanto e' accaduto: in pratica, dissociandosi dal gesto, "condannando" anche il fatto che l'assalitore abbia agito alle spalle.

Questa la ricostruzione dell'aggressione, fatta dalla polizia, avvenuta in vico Melofioccolo, dietro piazza Bovio, a pochi metri ed a poche ore di distanza dall'agguato in cui e' rimasto ferito, mortalmente, il pregiudicato Giuseppe Franzese. E' passata da qualche minuto la mezzanotte, il cuoco romano ha da poco terminato il turno di lavoro e sta per rientrare a casa. Nelle vicinanze dell'androne del palazzo, si materializza la figura di una persona che gli vibra una coltellata al gluteo destro. Poi, la fuga dell'assalitore, mentre il ferito, soccorso dal 118, viene accompagnato al pronto soccorso dell'ospedale dei Pellegrini, dove viene medicato e giudicato guaribile in 10 giorni.

Tags:
ultras accoltellato
in evidenza
"Rido con Zalone, amo gli horror Only Fun? Sarà sorprendente..."

Elettra Lamborghini ad Affari

"Rido con Zalone, amo gli horror
Only Fun? Sarà sorprendente..."

i più visti
in vetrina
Pnrr e opportunità per le Pmi CorporateCredit, l'intervista al Ceo Giordano Guerrieri

Pnrr e opportunità per le Pmi
CorporateCredit, l'intervista al Ceo Giordano Guerrieri


casa, immobiliare
motori
Ford apre gli ordini per il Ranger Raptor di nuova generazione

Ford apre gli ordini per il Ranger Raptor di nuova generazione


Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.