A- A+
Home
Striscia-Masterchef e scontro Mediaset-Sky. la verità
Sfida Masterchef, Eleonora e Rachida, punto Enel di via Broletto (MI)


Il fatto del momento per gli italiani è lo spoiler di Striscia la notizia, programma di punta e di prima serata di Canale 5, ai danni di Masterchef, talent per aspiranti chef giudicati da tre padreterni della gastronomia (Carlo Cracco, Bruno Barbieri, Joe Bastianich), vanto dei giovedì sera di Sky. Il fatto è ormai noto: Striscia ha fatto a Masterchef un doppio sgambetto, rivelando che uno dei tre concorrenti approdati alla finale di stasera avrebbe già lavorato in un ristorante di lusso milanese (cosa proibitissima come gli ingaggi ai tempi delle prime Olimpiadi), e già che c'era ha anche spifferato il nome del vincitore, visto che la finale, come tutte le puntate, è registrata. Tacendo su questo punto, c'è da registrare la smentita di Sadler ristorante della Milano bene, riguardo al ventenne Nicolò, idolo delle ragazzine e molto bravo.
 
Ma soprattutto - come scrive aostaoggi - vanno tenuti d'occhio gli effetti collaterali di questo scontro, e le possibile ricadute e retroscena. I primi sono stati evocati da un lungo comunicato con il quale Sky Italia si riserva di valutare eventuali azioni legali (mentre Magnolia, produttrice del format italiano, ha già mosso gli avvocati): la tv satellitare di Rupert Murdoch pone un problema di principio, se cioè per colpa di Striscia, e quindi di Mediaset, si stia rompendo sul mercato italiano, non solo televisivo, quel fair play che proibisce ai concorrenti di rivelare in anticipo il finale di eventi televisivi, serie, film, romanzi. "Sarà ancora possibile fare tutto questo in Italia? Noi continueremo a provarci". Quanto agli eventuali retroscena, la vicenda si inserisce nel momento di più acuta tensione tra Sky e Mediaset, diretta concorrente con Premium, ed anche del "tutti contro tutti" su antenne tv, reti, broadcasting, alleanze. Partita aperta con l'opas di Ei Tower su Rai Way (al momento respinta) ma che prosegue in un vortice di novità e scenari. I piani alti del Biscione hanno già messo le mani avanti, facendo trapelare "irritazione" per il fallaccio di Striscia, ma anche negando di poter manovrare il suo autore e patron, Antonio Ricci. Il quale, ricordano a Cologno Monzese, sia su Striscia su sull'altro programma cult, Le Iene, non ha mai mostrato riguardi per nessuno, neppure per i conduttori Mediaset. E tuttavia un po' di danno interno c'è già stato, sui social network anche il pubblico di Striscia e quello più giovanile delle Iene ha in maggioranza preso le distanze dal programma.
 
Ma sono i rapporti Mediaset-Sky ad essere tornati sotto la lente. Masterchef, come già l'altro talent X Factor, ha sottratto a Canale 5 e alla Rai (che però si tiene alla larga) pubblico e soprattutto pubblicità. Oltre un milione di spettatori il giovedì, altrettanto nelle differite dei giorni successivi, uno share del 6%, e soprattutto una valanga di inserzionisti con la tecnica esplicita del product placement, cioè con l'inserimento nel programma di marchi top in bella evidenza, oltre agli spot. Sono lontani i tempi nei quali a Silvio Berlusconi bastava invitare ad Arcore i compianti Pietro Barilla e Michele Ferrero per assicurarsene gli spot sulle nascenti reti del Biscione. Oggi la Barilla, attraverso il brand Voiello, è ben presente nella cucina di Masterchef accanto ai coltelli svizzeri Victorinox, mentre i polli Amadori, le capsule Finish, le patatine San Carlo svettano negli spot. Concorrenza, d'accordo, ancora più dura in tempi di crisi. Ma non c'è solo questo.
 
I rapporti tra Sky e Mediaset, dopo la liason degli anni scorsi tra Berlusconi e Murdoch, che fu un passo da comprare le tv berlusconiane, non sono buoni. Il Tg 24 ha, agli occhi del circolo di Arcore, un atteggiamento ostile, cosa testimoniata dal fatto che si ostina a chiamare il capo "ex Cavaliere", applicando alla lettera la legge Severino. Riserverebbe a Forza Italia un ruolo secondario, per esempio rispetto ai grillini. Avrebbe (somma ingiuria) una linea in generale giustizialista. Più plausibile che i contrasti nascano sulla concorrenza, soprattutto dopo che Mediaset Premium si è aggiudicata i diritti delle prossime Champions League mentre Sky è sbarcata sul digitale terrestre. Prossimo terreno di scontro, i diritti per le serie televisive, quelle che hanno fatto la fortuna mondiale dell'americana Netflix, finora appannaggio di Sky che le trasmette a ripetizione sui suoi canali del pacchetto base. E ancora, i "temporary channel", sorta di outlet televisivi, dedicati agli acquisti di Natale come alle Olimpiadi, agli Oscar come alla vendita di case, un business sul quale intende muoversi anche Mediaset. Vedremo se la polemica resterà chiusa agli chef stellati e aspiranti tali, o se decollerà a livelli più elevati. Per stasera alla finale di Masterchef, Mediaset risponde con due film (Cast Away e Anna Karenina) e con Le Iene. Non proprio una controprogrammazione.
 

Tags:
strisciastriscia la notiziamediasetskymasterchef
in evidenza
Giulia Pelagatti... a tutto sport Talisa Ravagnani, ex star di Amici

Striscia la Notizia, sexy veline

Giulia Pelagatti... a tutto sport
Talisa Ravagnani, ex star di Amici

i più visti
in vetrina
SPID, tutto ciò che c'è da sapere sull'utile e innovativo sistema informatico

SPID, tutto ciò che c'è da sapere sull'utile e innovativo sistema informatico


casa, immobiliare
motori
Volvo C40 Recharge ispira anche una collezione fashion

Volvo C40 Recharge ispira anche una collezione fashion


Coffee Break

Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.