A- A+
Toscana
Capre maltrattate, oltre 500 costrette a viaggiare ammassate su camion fermato

Le capre erano una addosso all’altra, facevano fatica a muoversi, non avendo spazio né aria per respirare, adagiate sui loro escrementi. Ad un certo punto tra le zampe degli ovini, agitati e sfiniti, hanno intravisto una capretta adagiata sul fondo e si sono avvicinati per aiutarla, ma era già morta.

Una pattuglia della Sottosezione di Firenze Nord ha intercettato un camion all’altezza di Campi Bisenzio (Firenze) condotto da cittadino romeno di 50 anni, partito dalla Romania il pomeriggio del giorno prima, con un carico di 550 capre, destinate ad un macello di Foligno. Dai documenti di viaggio richiesti, i poliziotti si sono subito accorti che non era tutto in regola; risultava, infatti, che gli animali avevano fatto una sosta per bere nella stalla di un punto di ristoro che era a Bari, del tutto fuori itinerario, e così hanno voluto sincerarsi che gli animali stessero davvero bene e sono andati a controllarli.

Le capre erano una addosso all’altra, facevano fatica a muoversi, non avendo spazio né aria per respirare, adagiate sui loro escrementi, perché la lettiera non era sufficiente. Ad un certo punto tra le zampe degli ovini, agitati e sfiniti, hanno intravisto una capretta adagiata sul fondo e si sono avvicinati per aiutarla, ma era già morta. Su indicazione del veterinario l’autista è stato autorizzato a proseguire il viaggio fino a Foligno, dove saranno fatti tutti i controlli sugli animali, che sono stati sequestrati, così come il mezzo e i documenti del camion e la patente del conducente, che ha dovuto pagare subito 8,333 euro di sanzione.

 

Iscriviti alla newsletter
Commenti
    Tags:
    capremaltrattateanimalisticentrale operativapolstradacamiona/1animali stipati
    in evidenza
    CDP, ospitato FiCS a Roma Gorno Tempini: “Agire come sistema unico”

    Corporate - Il giornale delle imprese

    CDP, ospitato FiCS a Roma
    Gorno Tempini: “Agire come sistema unico”

    i più visti
    in vetrina
    Ferrovie dello Stato, al via un nuovo modello per cantieri più sostenibili

    Ferrovie dello Stato, al via un nuovo modello per cantieri più sostenibili


    casa, immobiliare
    motori
    Nasce a Torino Stellantis Italy House, la casa della sostenibilità

    Nasce a Torino Stellantis Italy House, la casa della sostenibilità


    Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

    © 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

    Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

    Contatti

    Cookie Policy Privacy Policy

    Cambia il consenso

    Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.