A- A+
Toscana
concordia corpi 27

Ci sarebbero cinque componenti del cda di Costa Crociere indagati per il naufragio della Concordia. Nel consiglio anche alti dirigenti della Carnival, società capogruppo. Lo apprende Repubblica da "fonti qualificate". Per gli indagati si ipotizza il concorso in reati di cui sono accusati Schettino e gli altri imputati.

L'inchiesta è in un fascicolo modello 21 (con indagati) della procura di Grosseto, separato rispetto a quella che ha prodotto le richiesta di rinvio a giudizio di cui si sta discutendo in questi giorni in udienza preliminare a Grosseto. La nuova indagine è scaturita da una denuncia-querela contro i vertici di Costa Crociere e Carnival Corporation presentata a metà aprile da 'Giustizia per la Concordia', pool di avvocati che tutela alcune decine di naufraghi. La procura di Grosseto ha avviato indagini sul solo cda di Costa Crociere che era in carica il 13 gennaio 2012, quando avvenne l'incidente al Giglio

Tags:
concordiacosta
in evidenza
Wanda Nara-Icardi di nuovo insieme... in un reality

"Ci sarà anche Maxi Lopez"

Wanda Nara-Icardi di nuovo insieme... in un reality


in vetrina
Finanza agevolata e promozioni, Simest supporta le imprese colpite dalla guerra

Finanza agevolata e promozioni, Simest supporta le imprese colpite dalla guerra


motori
Renault Arkana: si conferma un pilastro della Renaulution

Renault Arkana: si conferma un pilastro della Renaulution

Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.