A- A+
Toscana
Firenze, furto in pieno centro. Rubati oltre 500 occhiali del brand L.G.R.

I ladri hanno agito in piena notte, forzando la serratura e prelevando ben 587 paia di occhiali (valore medio di ognuno 250 – 300 euro). Hanno agito indisturbati, anche perché il negozio era privo di allarme. La merce non era coperta da assicurazione

Un danno intorno ai 180 mila euro. Non coperti da assicurazione. Sono le prime stime di Luca Gnecchi Ruscone, giovane imprenditore capitolino (non ha ancora 40 anni, ndr) di ascendenze lombarde e toscane, che ha fatto della Maremma e della tenuta La Polverosa, un angolo di paradiso tra Albinia e Capalbio, il suo quartier generale, dal quale dirige il marchio di successo L.G.R., da lui stesso creato una decina di anni fa, ma che in realtà ha una storia avventurosa alle spalle.  Mai avrebbe pensato, Gnecchi Ruscone, che i ladri potessero prender di mira il suo negozio in pieno centro storico cittadino, a pochi metri da piazza Strozzi e via Tornabuoni, il salotto buono di Firenze. E forse anche per questo il negozio non era stato dotato di impianto di allarme, e la merce non era coperta da assicurazione sul furto. Una decisione senz’altro coraggiosa, quella di aprire un negozio a pochi giorni dalla fine del Lockdown causato dalla pandemia da Covid-19, con un investimento non indifferente visti gli affitti del centro di Firenze, e senza quel turismo internazionale che generalmente assicura alle griffe presenti sul territorio di avere un ritorno, non solo di immagine, ma anche economico. Certo che di coraggio e audacia, Gnecchi Ruscone, ne ha da vendere. Ha rispolverato una vecchia attività del nonno Raffaello che produceva scarpe ed occhiali nelle ex colonie italiane d'Africa. Oggi gli occhiali L.G.R. sono indossati dalle più importanti celebrities internazionali e da teste coronate come William d’Inghilterra, Charlotte Casiraghi, Pierre Casiraghi, Mario Testino, Tom Cruise, Giorgio Armani, Gigi Hadid, Gelasio Gaetani d'Aragona.  A Milano L.G.R. è presente in corso Garibaldi, a Roma in via Fontanella Borghese. Il terzo, da giugno di quest’anno, in via Porta Rossa a Firenze. Prima di fondare il proprio brand L.G.R., Gnecchi Ruscone si è fatto le ossa con Loro Piana, di cui è stato designer e produttore di tutti i loro occhiali. Oggi il brand L.G.R., oltre nei monomarca del brand, si trova all’Hotel Il Pellicano della famiglia Sciò e on line, con il progetto Issimo ideato da Marie-Louise Sciò, ceo e direttore creativo della Pellicano Hotels, che ha lanciato una nuova piattaforma di e-commerce sul lifestyle e le eccellenze italiane dedicata al meglio dell’Italia nel mondo. Issimo mira a portare il meglio dell’Italia nel mondo nel settore dell’eleganza, del design e del cibo con oggetti per la casa e l’artigianato italiano, capi d’abbigliamento con marchi italiani e internazionali.

 

 

 

Iscriviti alla newsletter
Commenti
    Tags:
    firenzefurtocentroluca gnecchi rusconel.g.r.tornabuonishoppingladripiena notteocchialinegozioallarmedannoassicurazioneimprenditorecelebritiesteste coronatewilliam d’inghilterracharlotte casiraghipierre casiraghimario testinotom cruisegiorgio armanigigi hadidgelasio gaetani d'aragonail pellicanoargentariobrand
    in evidenza
    La startup EdilGo guida la ripresa edile in Italia

    Corporate - Il giornale delle imprese

    La startup EdilGo guida la ripresa edile in Italia

    i più visti
    in vetrina
    CDP, approvato Piano Strategico. Gorno Tempini: "Occasione senza precedenti"

    CDP, approvato Piano Strategico. Gorno Tempini: "Occasione senza precedenti"


    casa, immobiliare
    motori
    Nuova Dacia Jogger, la familiare sette posti

    Nuova Dacia Jogger, la familiare sette posti


    Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

    © 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

    Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

    Contatti

    Cookie Policy Privacy Policy

    Cambia il consenso

    Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.