A- A+
Toscana
Riapre al pubblico mostra di Yuri Kuper all’Accademia delle Arti del Disegno

Le opere, provenienti dalla collezione privata di Olga Shepelskaya, tra le principali estimatrici del lavoro di Kuper, e dalla Galleria Patrick Cramer di Ginevra, saranno visitabili secondo i protocolli di sicurezza, ossia con entrate contingentate, distanziamento sociale, guanti e mascherine, rilevamento della temperatura corporea.

Il prossimo 3 giugno, dopo un’inaugurazione condizionata dall’emergenza Coronavirus e due mesi di lockdown, torna ad aprirsi al pubblicola mostra dedicata al grande pittore di origini russe Yuri Kuper allestita presso la Sala Esposizioni dell’Accademia delle Arti del Disegno. Le opere, oltre 50 provenienti dalla collezione privata di Olga Shepelskaya, tra le principali estimatrici del lavoro di Kuper, e dalla Galleria Patrick Cramer di Ginevra, saranno visitabili secondo i protocolli di sicurezza dettati dal Governo, ossia con entrate contingentate, distanziamento sociale, guanti e mascherine, rilevamento della temperatura corporea.  Fino al 5 luglio, giorno per il quale è annunciata la presenza dell’artista, gli spazi dell’Accademia tornano quindi a popolarsi di vita per raccontare, attraverso i lavori di uno dei più importanti ed eclettici esponentidel modernismo russo,il linguaggio metamorfico dell’arte, per cui è possibile liberare la magia di qualcosa che non ne possiede dall’origine. Un pennello, un tubo, un vaso da fiori, nelle mani artigianedel pittore gli oggetti, così ogni esperienza, arrivano a sincretizzare presente e passato, estetica e funzione, per un risultato finale di grande impatto ipnotico.  "Sono lieta, anche a nome della Classe di Pittura e di tutta l'Accademia – dice la presidente Cristina Acidini - che la mostra di Yuri Kuper  sia riproposta al pubblico, che la potrà visitare nelle modalità di sicurezza previste e certificate. E’ un'occasione da non perdere per conoscere la personalità e l'opera di uno dei grandi maestri russi contemporanei“.  Curata dalla gallerista e critica d’arte Inna Khegay,Sfumato è la prima mostra di Kuper a Firenze, città nella quale il pittore ha sempre trovato ispirazione e dove ora desidera tornare a sigillo di un traguardo personale – gli ottanta anni che festeggerà proprio il giorno del finisssage - e artistico. Con magistrale capacità di composizione e l’utilizzo di tecniche miste, tra cui acrilico e collage, Kuper compone storie e volti su tela ocarta, ma anche su litografie rifinite a mano come la serie dedicata al Lago dei Cigni. Delle Metamorfosi, serie di rappresentazioni teatrali dirette dal Premio Oscar Nikita Michalkov, ispirate ai racconti di Anton Cechov e Ivan Bunin, e di cui Kupercura le scenografie tra il 2016 e il 2019, potremo cogliere la raffinatezza delle riproduzioni su carta con innesti di foto e collage. Alcuni frammenti delle performance sono riproposte attraverso un video della durata di 12 minuti proiettato all’interno del percorso espositivo. La mostra è promossa dall’Accademia delle Arti del Disegno, dall’Associazione Amici del Museo Ermitage (Italia) e Regents Art Foundation (RAF) ed è sostenuta dal Ministero della cultura della Federazione russa, dall’Ambasciata della Federazione Russa presso la Santa Sede, dall’Accademia russa di Belle Arti di San Pietroburgo e dalla Fondazione russa per la cultura.

Iscriviti alla newsletter
Commenti
    Tags:
    riaprepubblicomostraaccademia arti del disegnoyuri kuperolga shepelskayacollezione privatagalleriapatrick cramerginevraassociazione amici del museo ermitage
    in evidenza
    Gravidanza e bacio a Rosolino Fede Pellegrini, la verità

    La Divina vuota il sacco

    Gravidanza e bacio a Rosolino
    Fede Pellegrini, la verità

    i più visti
    in vetrina
    Meteo, inverno sconvolto dalla Niña. Neve in pianura già a dicembre

    Meteo, inverno sconvolto dalla Niña. Neve in pianura già a dicembre


    casa, immobiliare
    motori
    Volkswagen presenta la nuova Tiguan Allspace

    Volkswagen presenta la nuova Tiguan Allspace


    Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

    © 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

    Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

    Contatti

    Cookie Policy Privacy Policy

    Cambia il consenso

    Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.