A- A+
Viaggi
Picasso è tornato grande a Parigi. Foto

di Paola Serristori

Picasso è tornato negli ampi saloni dell'Hôtel Salé per raccontare come mai prima l'evoluzione del suo genio artistico. Il museo di Parigi che è stato riaperto dopo i lavori di ampliamento presenta, in ordine cronologico e tematico, il lungo ed articolato percorso creativo del più innovativo e sensazionale artista spagnolo dai primi disegni, agli esperimenti di collage, alle chitarre scolpite in cartone, ai ritratti più convenzionali, all'esplosione del Cubismo, che ne consacra la fama. Un possente allestimento, ma anche intimista. Cinquemila opere (pitture, sculture, disegni, collage, costruzioni artistiche, e persino la sedia coi pennelli usati da Pablo Picasso), tre piani sopraelevati, due sotterranei, una caffetteria sulla terrazza al mezzanino, con vista sulla corte che si apre su Rue de Thorigny.

Ambienti che ricostruiscono i diversi periodi creativi di Pablo Picasso, mostrando al pubblico, tra cui non mancano giovani artisti che sperano in altrettanta fortuna - il governo francese sta riservando molta attenzione all'arte come veicolo di cultura, ma anche come mercato economico - come il maestro abbia provato diverse tecniche, anche cambiando la pennellata sulla tela, oltre a cimentarsi su soggetti e con materiali diversi, arricchendo la propria espressione negli scambi culturali con artisti e letterati contemporanei, che avevano già nel Salon d'Automne un crocevia di incontro col pubblico.

2
 

Si comincia con la Genesi del talento (Pablo era figlio del pittore José Ruiz Blasco e conservatore del museo municipale di Malaga, che gli diede i primi insegnamenti, all'età di dieci anni, nella classe dove egli insegnava, facendolo esercitare nelle copie della tradizione accademica) che comprende gli anni 1895-1990. Seguono: Monocromia (1901-1906); Primitivismo (1906-1909); Cubismo (1910-1915); Polimorfismo (1915-1924); Metamorfismo (1924-1936); Pitture di guerra (1936-1946); Anni Pop (1946-1960); Dopo i Maestri (1960-1973). L'ultimo piano ospita i dipinti di Cezanne, Matisse, Monet, Degas, Gauguin, Renoir e gli altri protagonisti dell'inizio del Novecento, tra cui c'è anche Modigliani, donati all'amico Pablo, nella sezione Dialogues. Nel sotterraneo è documentato il mondo di ispirazione dell'artista, i luoghi dove egli ha soggiornato e lavorato (da Bateau-Lavoir alla villa La Californie a Cannes, a Notre-Dame-de-la-Vie à Mougins).

L’Hôtel Salé costruito tra il 1656-59 su un terreno di 3700 mq nel 3° Arrondissement è a propria volta un edificio da visitare con attenzione, classificato come più grande “castello” privato nel cuore della metropoli.

Un ricco calendario di eventi (musica, conferenze, lettura della corrispondenza tra Picasso ed il poeta Guillaume Apollinaire, l'11 dicembre, o l'apertura notturna il 19 dicembre, sino alle 6 del mattino seguente) rende il Museo Picasso a Parigi un monumento della cultura.

Tags:
picassomuseoparigi
in evidenza
Gregoraci lascia la casa di Briatore Racconto in lacrime sui social

Costume

Gregoraci lascia la casa di Briatore
Racconto in lacrime sui social

i più visti
in vetrina
SPID, tutto ciò che c'è da sapere sull'utile e innovativo sistema informatico

SPID, tutto ciò che c'è da sapere sull'utile e innovativo sistema informatico


casa, immobiliare
motori
Honda svela la nuovo generazione di HR-V

Honda svela la nuovo generazione di HR-V


Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.