A- A+
Viaggi

di Angelo Maria Perrino

 

I SUGGERIMENTI DEI LETTORI...

La rue Cler nel 7ème è una traversa di boulevard de la Motte-Picquet circa a metà strada tra Les Invalides e l'Ecole Militaire. E' una stradina pedonale piena di negozietti, caffè, bistrot, ristoranti di varie etnie, negozi di alimentari, supermercati... veramente unica e divertente.
Professor Emilio Tommasi, Roma

Parigi è probabilmente la città che vanta il maggior numero di guide. Ma forse condividere qualche buon indirizzo scoperto personalmente o attraverso il passaparola di amici e conoscenti può avere un senso: la Ville Lumiere è grandissima e si rinnova continuamente. E le guide alla fine si copiano tra di loro riciclando molto. E allora, per arricchire la vostra possibile futura vacanza sotto la torre Eiffel di spunti e chicche, ecco qualche indicazione ghiotta, aggiornatissima e "riservata".
 
-Vi piace il Croque Monsier? Non perdetevi quello de La Favorite, 4 rue de Rivoli, un ambiente colto con molte coppiette gay ottimo anche per gli happy hour (imperdibile anche l'assiette de frites e la ventresca di tonno bianco al'olio e tra i cocktail quello all'assenzio chiamato Simone de Beauvoir) e, alla domenica, per seguire su schermo gigantissimo le partite del Paris Saint Germain.

foto parigi hermes
Sede Hermes, ex piscina Guarda la gallery
 
-D'obbligo, se si vuol capire che cosa significa una brand experience, una sosta al Nespresso Club 119 Avenue des Champs-Élysées, due piani di ogni possibile variante delle famose capsule, delle macchine, di tazzine, fino all’ultima nata, la Lattissima, che fa cappuccini davvero unici ricchi di schiuma, vere e proprie mousse di latte.

video parigi negozi
Negozi e locali unici


 
-Ancora pieno di fascino il Cimetière du Père-Lachaise, nato nel lontano 1804 nel più grande spazio verde di Parigi. E' aperto tutti i giorni, metro Gambetta a Nord o Philippe Auguste a Sud, e ospita nelle sue tombe (in verità poco curate in più punti) le personalità più famose di Francia, dal cantante Gilbert Bècaud al compositore italiano Vincenzo Bellini, da Gerges Bizet, compositore della Carmen a Maria Callas, da Frédéric Chopin all'attrice Annie Girardet, al mimo Marcel Marceau, a Yves Montand, a Gioacchino Rossini, a Simome Signoret, al clown Achille Zavatta, al pittore Delacroix, a Max Ernst, al gioielliere Lalique, ai pittori Modigliani e Pissarro. Per non parlare dei tanti nomi della filosofia, delle lettere e dell'editoria, da Guillame Apollinaire a Honorè de Balzac, dal filosofo August Comte a Alphonse Daudet, a Paul Eluard, a Maurice Merleau Ponty, a Moliere, a De Musset, a Gerges Perce, a Marcel Proust, a Saint Simon e Oscar Wilde, dal banchiere Rotschild a Gioaccino Murat. Di culto alcune tombe particolari, che raccolgono frotte di visitatori. La più gettonata e quella del cantante e poeta rock Jim Morrison, dei mitici The Doors, oggetto di un vero e proprio pellegrinaggio floreale sebbene sia morto ormai da oltre trent'anni. Il cimitero è grandissimo, 43,20 ettari, girarlo tutto richiede qualche ora e scarpe comode. Ci si può prenotare (tel. 3975) per una visita guidata.

 

video parigi cimitero
Il cimitero del Père-Lachaise: dalla tomba di Jim Morrison al degrado...
 


-Una chicca è  il negozio di creme e pomate Kiehl's, la vecchia farmacia di New York, è il tempio della cosmetica, della farmacia, dell'erboristeria e della medicina. Fantastica l'aloe vera Cream - Kiehl’s 15 rue des Francs Bourgeois).

-Imperdibile per una full immersion la libreria del Centre dei Monuments Nationaux (www.Monuments-nationaux.fr), dove si trovano, (dentro, non visibile dalla strada) centinaia di volumi sulla storia di Parigi e della Francia altrove introvabili.
 
-Unico il parco del museo di arti primitive du Quai Branly (www.quaybranly.fr), meno conosciuto di altri musei ma non meno interessante. Il giardino antistante è una delle cose più belle di Parigi. Creato dal giardiniere  Gilles Clement ("La terre est un seul et petit jardin", amava dire) è stato concepito come una terra di libertà per le piante, un giardino-savana dove la natura si esprime senza costrizioni. Molto ecologista, molto politico essendo concepito come "un progetto politico di ecologia umanista". Fornitissima di letteratura green la libreria, emozionante una sosta al bar, nel verde.

foto parigiMusée du Quai Branly


-Da acquolina in bocca sin dalle vetrine la pasticceria Le Notre (www.lenotre.com, varie sedi a Parigi, si consiglia quella sugli Champs Elysèes, dove c'è anche la scuola di cucina) vera boutique del dolce e delle “tarte”, coi famosi macarons e il cioccolato emblema della maison, davvero fantastico nei lunghi bignè, les éclairs.
 
-Sempre sugli Champs-Élysées, proprio davanti all'Arc de Triomphe, annesso alla sua sede-quatier generale, il gigante dei media Publicis ha aperto un drugstore che piace molto a comunicatori e creativi, con un ottimo ristorante ma anche libri e giornali di ogni tipo e nazionalità, oltre a un bar dal design molto cool.
 
-Quanto alla cultura, imperdibile una visita alla mitica sede della Sorbona e, proprio nell'omonima piazza, alla Librerie philosofique J.Vrin, tempio della scienza di Socrate, Platone e Kant (www.vrin.it): decine di scaffali pieni di libri solo filosofici divisi per argomento, dalla storia alla teoretica, dall'etica all'estetica.Una manna per intenditori e appassionati.

video parigi libreria
La Sorbona e la libreria della filosofia
 


-Piace agli innammorati  una passeggiata sul Pont des Arts, invaso dai lucchetti, o su uno dei tanti ponti sulla Senna, dove sono immancabili gli artisti di strada o a Montmartre, dove si trovano ancora vecchi chansonnier, illusionisti e maghi.

 

video parigi lucchetti
I lucchetti dell'amore conquistano anche la Capitale francese

-Un must per capire come va il mondo liquido di oggi, specie giovanile, è Abercrombie, a metà degli Champs: spettacolare e variopinta la coda dei ragazzi ma non solo (molti i curiosi del fenomeno) che ripropongono, a Parigi come a New York come a Milano, ansiosi di entrare in uno dei templi del cool post-adolescenziale.

-A sera dopo il Marais ci sta bene, a due passi, il Tarama di Pause Cafè, un pub molto post moderno ben frequentato da giovani bobos nella emergente lunghissima rue Charonne, proprio la più lunga via di Parigi, proprio sopra place de Vosges.
 
-E chicca finale in zona il negozio di biscotti cioccolato, caramelle e ogni altra ghiottoneria Maison Georges Larnicol – 14 rue de Rivoli (chiedere le girelle al miele e pistacchio, o mandorla).

-Parigi è patria di stellati Michelin. Consigliabile Jules Vernes, ristorante dello chef Alain Ducasse al secondo piano della Tour Eiffel o lo chef emergente Cyril Lignac che vi accoglie nel suo le Quinzième - 14, rue Cauchy
O perché non gustare uno dei magici soufflè di La cigale Récamier - 4 Rue Récamier?

-Relax al Parc Monceau nell’VIII arrondissement, giardino pubblico di rara bellezza.

-Le essenze si comprano a Le Labo che porta a Parigi i suoi famosi profumi di Grasse - 6 rue de Bourbon-le- Château. Se i profumi non sono la vostra passione a fianco potete invece acquistare ottimi vini al negozio La Dernière Goutte. Se preferite tè di charme visitate invece la boutique Kusmi Tea – 56 rue de Rosiers.

-E infine come non pensare anche a consigliare qualche indirizzo di moda nella città che compete con Milano nel prét-à-porter? Fate un giro in una delle boutique di Crea (una,ad esempio,205, rue Saint Honorè)  o perché non da Cotelac (284, rue Saint Honorè). Imperdibile infine il negozio di Hermés, ma non quello di rue du Faubourg-Saint-Honoré, che è il più famoso, ma quello al 42 Avenue George V ricavato da una vecchia piscina. Buon divertimento 

 

Tags:
parigiparigi reportageparigi fotoparigi videoparigi guida
in evidenza
"Governo ma non troppo..." Crozza imita Speranza. VIDEO

Spettacoli

"Governo ma non troppo..."
Crozza imita Speranza. VIDEO

i più visti
in vetrina
Bollette Luce e Gas, in arrivo i rincari d’autunno: ecco come difendersi

Bollette Luce e Gas, in arrivo i rincari d’autunno: ecco come difendersi


casa, immobiliare
motori
La nuova Peugeot 308 diventa premium

La nuova Peugeot 308 diventa premium


Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.