A- A+
Il buono, il brutto e il cattivo
Elisa Isoardi, in quello sguardo sornione l'antimaschilismo da motel trestelle
Da Instagram

Le cronache digitali ci dicono che è geometra, ed ha partecipato a Miss Muretto oltre ad essere stata eletta Miss Fragola, occhi verdi e fisico da modella, Elisa Isoardi è stata per qualche mese la donna più ricercata, fotografata e inseguita del paese, e non solo per le sue indubitabili doti di intrattenitrice, ma per la sua storia d’amore col neo-ministro Dracula Salvini.

Più che lo sviluppo di questa liaison sentimentale, i giornaloni-pannoloni puritani e anti-populisti si sono accaniti sulla coppia per l’ultima foto conosciuta che li ritrae insieme, a letto, in una modesta camera d’albergo.

Lei vispa, sorniona, quasi invitante, energetica e pronta, in primo piano, parla, racconta di una storia finita, ma senza grandi traumi.

Sembrerebbe una pratica archiviata, occhi in primo piano che sovrastano il corpo massiccio, stanco e abbandonato del ministro, profondamente addormentato.

Nelle dinamica classica, cinematografica o reale, questa foto ribalta i ruoli, poiché la figura maschile risulta essere svuotata, esangue, sfinita, forse dopo un amplesso, ma questo è secondario, mentre la sguardo di Elisa è pronto per l’”altro”, per andare a cercare qualcosa che in quel letto non si è riusciti a trovare.

La figura del latin lover con la sigaretta, pensieroso, che guarda il corpo sfatto dell’amante, nuda, accanto a lui, si è rovesciata, in una posa maschilista che valuta vecchie e probabili nuove conquiste.

L’aspetto antropologico di questo ribaltamento è forte se poi si valuta la forma dell’immagine, che è un selfie rubato e naturalmente non condiviso, dove Salvini è lo scenario abbandonato, il territorio che Elisa ha attraversato ma che si appresta a lasciare, per altri lidi, per altre mete.

Questo non è sicuramente un atto elegante, e provate ad immaginare se le figure si fossero rovesciate nella foto, avremmo avuto l’immagine perfetta del neo-maschilismo becero del Ministro Barbablù che usa e getta un corpo femminile.

Nessuna femminista, nessun augias, nessun gadlerner, nessuno ha urlato contro questo anti-maschilismo da motel trestelle, nessuno ha stigmatizzato l’arrivismo della Signorina Isoardi che trasforma un pezzo delle nostre istituzioni in un sacchetto da gettare, e da immortalare in uno scatto per dimostrare la propria, evidente, superiorità sessuale.

Dunque la Isoardi è un maschio degli anni cinquanta, e dallo scandalo Montesi quanta acqua è passata sotto i ponti dell’arrampicata sociale e televisiva, un tempo le “ragazze perdute” ora le vittime sono i cosiddetti potenti.

Matteo Salvini è stato invece sorprendentemente discreto ed austero nei commenti, e sappiamo tutti quanto gli italici tengano alla propria reputazione sessuale,e ai problemi di Corna (e non mi riferisco solo alla soubrette leghista).

Ora Elisa può tornare al suo mondo digitale, consapevole di aver dimostrato che in guerra e in amore tutto è permesso. Anche cambiare ruolo, anche cambiare sesso.

Commenti
    Tags:
    elisa isoardimatteo salviniisoardi salvini instagram
    Loading...
    in evidenza
    Chiara Ferragni senza reggiseno Nude look intrigante. Le foto

    Belen, Giulia de Lellis e... Gallery

    Chiara Ferragni senza reggiseno
    Nude look intrigante. Le foto

    i più visti
    in vetrina
    X Factor 2019, Achille Lauro: "Su Anastasio ho sbagliato. Mara Maionchi non mi ascolti più"

    X Factor 2019, Achille Lauro: "Su Anastasio ho sbagliato. Mara Maionchi non mi ascolti più"


    Zurich Connect

    Zurich Connect ti permette di risparmiare sull'assicurazione auto senza compromessi sulla qualità del servizio. Scopri la polizza auto e fai un preventivo

    casa, immobiliare
    motori
    Al Salone Auto e Moto d’Epoca 2019, la prima volta di Seat

    Al Salone Auto e Moto d’Epoca 2019, la prima volta di Seat


    RICHIEDI ONLINE IL TUO MUTUO
    Finalità del mutuo
    Importo del mutuo
    Euro
    Durata del mutuo
    anni
    in collaborazione con
    logo MutuiOnline.it
    Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

    © 1996 - 2019 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

    Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

    Contatti

    Cookie Policy Privacy Policy

    Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.