A- A+
Economia
Banche, ora si balla col Creval. Lo spettro del "paracadute" di Stato
Credito Valtellinese

Banca Carige, la Borsa e il sistema bancario tirano un sospiro di sollievo dopo che l’aumento di capitale da 500 milioni di euro è stato sottoscritto, come ampiamente previsto, per circa i due terzi del suo ammontareMa se l'istituto ligure ha visto il valore del proprio titolo evaporare per aver proposto un aumento da 500 milioni a fronte di una capitalizzazione che si era ridotta a poco più di 200 milioni prima dell’avvio dell’operazione, giustamente definita “iperdiluitiva” (e infatti ad oggi la capitalizzazione non arriva a 510 milioni di euro), quale potrà essere la reazione di Creval a un’operazione che parte da una capitalizzazione inferiore a 150 milioni e si propone di aumentare il capitale di 700 milioni?

CroppedImage720439 creval imageCredito Valtellinese
 

Nella sua nota Fitch sottolinea l’atteso indebolimento delle condizioni della banca alla luce delle perdite attese con le vendite degli Npl, perdite che l'istituto conta di coprire appunto con la ricapitalizzazione e con altre iniziative di rafforzamento patrimoniale e mette le mani avanti, spiegando che solo se “le annunciate operazioni verranno concluse con successo.

Il che si tradurrebbe in una migliore qualità degli asset e migliori prospettive di redditività”, il merito di credito dell’istituto potrebbe nuovamente essere migliorato. Mentre se ciò non dovesse accadere “aumenterebbe, a nostro avviso, il rischio di fallimento della banca data la sua più limitata flessibilità finanziaria”.

Insomma: l’aumento di capitale di Creval è, come per Carige e prima ancora per Mps, una condizione indispensabile per evitare di portare i libri in tribunale o dover ricorrere ad eventuali aiuti di stato.
 

BORSA KO/ Tonfo del Credito Valtellinese in Borsa all'indomani della decisione di Fitch. Le azioni hanno chiuso con una flessione considerevole del 6,6%

Del resto la Bce non sembra intenzionata a fare più che tanto sconti, essendosi posta l’obiettivo di far calare l’Npe ratio (il rapporto tra crediti deteriorati su crediti totali, ndr) al di sotto della soglia del 10% nel giro di due o al massimo tre anni (e con la scadenza del mandato di Draghi il 31 ottobre 2019 è difficile che verranno concesse ulteriori proroghe).

Creval ufficialmente si è già posto l’obiettivo di ridurre il proprio Npe ratio dal 20% attuale al 9,6% entro il 2020, ma quanto impatterà questo sulla solidità patrimoniale, ossia sull’indice Cet1?

miro fiordi ape
 

Per centrare l’obiettivo e rassicurare gli investitori il management vuole tagliare i costi operativi per 63 milioni entro il 2019 in particolare chiudendo 88 filiali (cosa che genererà 400 nuovi esuberi, da gestire attraverso il fondo di solidarietà) così da far calare il rapporto costi/ricavi al 57,5% mentre l’utile salirebbe a 150 milioni nel 2020.

Se andrà così il Cet 1 ratio dovrebbe salire all’11,01% a fine 2018 e all’11,64% a fine 2020, ma il rischio di esecuzione del piano e in particolare dell’aumento è molto alto.

A questo punto è indispensabile per far decollare l’operazione, che dovrebbe vedere la luce a inizio febbraio prossimo, che Mediobanca e Citigroup, unici istituti ad aver già sottoscritto un accordo di pre-underwriting come global coordinator e co-global coordinator e joint bookrunner, trovino altri istituti e investitori istituzionali disposti a correre il rischio (si è parlato ad esempio di un potenziale interesse da parte del fondo Cerberus) e pertanto trasformino il pre-accordo in un accordo di underwriting che le impegni a garantire comunque l’esito positivo dell’aumento, proprio come fatto da Barclays, Credit Suisse e Deutsche Bank non senza molti tentennamenti iniziali.

(Segue...)

Tags:
banca crevalbanchebanca carigeaumento capitale creval

in vetrina
Inter-Icardi, Wanda Nara: "Tre big pronte a pagare la clausola. Con l’Inter.."

Inter-Icardi, Wanda Nara: "Tre big pronte a pagare la clausola. Con l’Inter.."

i più visti
in evidenza
Jessica e il lato B in vista. FOTO E' lei la nuova "Pippa Middleton"

ROYAL WEDDING

Jessica e il lato B in vista. FOTO
E' lei la nuova "Pippa Middleton"

Zurich Connect

Zurich Connect ti permette di risparmiare sull'assicurazione auto senza compromessi sulla qualità del servizio. Scopri la polizza auto e fai un preventivo

casa, immobiliare
motori
Company Car Drive: Bosch punta su ADAS e sharing mobility

Company Car Drive: Bosch punta su ADAS e sharing mobility

Abiti sartoriali da Uomo, Canali

Dal 1934 Canali realizza raffinati abiti da uomo di alta moda sartoriale. Scopri la nuova collezione Canali.


RICHIEDI ONLINE IL TUO MUTUO
Finalità del mutuo
Importo del mutuo
Euro
Durata del mutuo
anni
in collaborazione con
logo MutuiOnline.it
Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2018 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.