Roma, 18 gen. (Labitalia) - E’ stato rinnovato nei giorni scorsi il contratto nazionale di lavoro intersettoriale commercio, terziario, distribuzione, servizi, pubblici esercizi e turismo per il triennio fino al 2019. Firmatarie, per la parte datoriale, la confederazione Cifa, con le federazioni collegate Fedacom, UniTerzairio e UniPmi, e per la parte sindacale la confederazione Confsal, con le federazioni Fna-Confsal e Snalv-Confsal. Interessate all’applicazione del contratto le numerosissime Pmi di settore aderenti al sistema bilaterale Cifa-Confsal che, a oggi, conta circa 140.000 aziende associate e oltre 1 milione di lavoratori. Per il settore commercio l’aumento medio al 4° livello a regime sarà di 63 euro mensili. Per il settore turismo e pubblici esercizi, nel quale le altre organizzazioni impegnate non hanno ancora raggiunto l’intesa per il rinnovo, l’aumento sarà di 23 euro mensili. Questi aumenti retributivi saranno inoltre integrati con importanti misure di welfare.Il nuovo contratto nazionale fornisce risposte mirate alle Pmi di settore. Novità significative in materia di: inserimento e reinserimento occupazionale, contrasto al lavoro irregolare, apprendistato, formazione e acquisizione di nuove competenze in un’ottica di lifelong learning. Importante per l’azione di formazione continua il ruolo di Fonarcom, il fondo interprofessionale nato come positiva esperienza di bilateralità.Individuate nel testo del rinnovo misure per incentivare la produttività aziendale anche attraverso il potenziamento della contrattazione di secondo livello. Assegnato un ruolo centrale a bilateralità, welfare e prestazioni sanitarie integrative grazie anche a nuovi strumenti, il fondo Welfarecom e il fondo Sanarcom. Valorizzate, infine, la flessibilità organizzativa e la conciliazione dei tempi vita-lavoro attraverso forme contrattuali ad hoc, smart working e banca delle ore. Per l’aspetto retributivo sono stati definiti gli aumenti per il triennio e gli scatti di anzianità sono stati trasformati in scatti di competenza.Per il presidente di Cifa, Andrea Cafà, il rinnovo del contratto è una tappa fondamentale del percorso di cambiamento intrapreso dalla confederazione: “I contenuti corrispondono a un nuovo modo d’intendere le relazioni sindacali, frutto di un vero dialogo tra imprese e lavoratori finalizzato a promuovere la competitività partendo dal capitale umano. Sono convinto che flessibilità, adeguamento delle competenze e aumento della produttività siano gli ingredienti necessari per il rilancio delle pmi italiane”.Pari soddisfazione da parte del segretario generale della Confsal, Marco Paolo Nigi: “Con questo rinnovo del contratto intendiamo fornire risposte concrete in materia d’inserimento e reinserimento nel mercato del lavoro, di salvaguardia dei livelli occupazionali, di bilateralità e, soprattutto, di welfare. Il rinnovo è sicuramente un grande passo avanti per i lavoratori”.

in evidenza
Governo, nuovo murale di Tv-Boy Conte pinocchio. E SalviMaio...

Costume

Governo, nuovo murale di Tv-Boy
Conte pinocchio. E SalviMaio...

in vetrina
Isola dei famosi 2019, Marco Maddaloni colpito da un lutto. Isola 2019 news

Isola dei famosi 2019, Marco Maddaloni colpito da un lutto. Isola 2019 news

motori
Porsche svela la nuova Cayenne Coupé

Porsche svela la nuova Cayenne Coupé

i più visti
Zurich Connect

Zurich Connect ti permette di risparmiare sull'assicurazione auto senza compromessi sulla qualità del servizio. Scopri la polizza auto e fai un preventivo

i blog di affari
Via della Seta, una figata per l’Italia
di Angelo Maria Perrino
LIPOFILLING, dalla chirurgia ricostruttiva a quella rigenerativa
di Mariella Colonna
Borsa Italiana. ISAGRO alla STAR Conference parla di futuro
di Paolo Brambilla - Trendiest

I sondaggi di AI

L'Italia sottoscrive il memorandum of understanding con la Cina nell'ambito della Belt and Road Initiative. Una decisione giusta?


RICHIEDI ONLINE IL TUO MUTUO
Finalità del mutuo
Importo del mutuo
Euro
Durata del mutuo
anni
in collaborazione con
logo MutuiOnline.it
Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2019 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.