Roma, 23 ago. (Labitalia) - "È molto probabile che nel secondo semestre 2019 il mercato del lavoro continui a essere 'in stallo', eventualmente con un'ulteriore erosione delle ore lavorate a causa della cassa integrazione". Lo rivela l'Osservatorio sul mercato del lavoro di Itinerari Previdenziali ('Dinamiche e linee di tendenza del secondo trimestre 2019'), curato dall'economista Claudio Negro."La crescita nominale dell'occupazione (che, peraltro, pare essersi arrestata) -ricorda l'analisi del Centro Studi guidato da Albero Brambilla- è avvenuta a spese delle ore lavorate e della retribuzione. All'uscita dalla crisi, il mercato del lavoro ha continuato cioè a muoversi su logiche difensive e ripartitorie, come si fosse ancora in piena crisi. Per il resto dell'anno, l'Istat prevede una dinamica del Pil sostanzialmente statica mentre, per quanto concerne l'indice di produzione industriale, la previsione è negativa nel secondo trimestre sia come dato congiunturale (rispetto cioè al trimestre precedente) che tendenziale (rispetto cioè a dodici mesi prima)"."Non c'è dunque ragione di pensare -osserva Negro- a una significativa ripresa nella seconda parte dell'anno, tanto più che anche l'indice di fiducia delle imprese, in crescita secondo le ultime rilevazioni, segnala un clima ancora negativo per il settore manifatturiero, settore che potrebbe produrre occupazione più qualificata"."È probabile, perciò, che la curva dell'occupazione continui a essere piatta per tutto l'anno. Anzi, è probabile che gli effetti di Quota 100 e del reddito di cittadinanza, di cui non possiamo ancora apprezzare pienamente gli esiti, diano un ulteriore colpo al tasso di occupazione", si legge nell'Osservatorio. "Il tasso di sostituzione di Quota 100 è valutato generalmente dagli operatori nel rapporto di 1 a 3 (un assunto ogni tre pensionati anticipati): teniamo conto che, al di là delle intenzioni di chi lo ha istituito, verrà in molti casi incontro alle esigenze delle imprese di flessibilizzare l'occupazione, come utile ed efficace alternativa alla cassa integrazione o alle procedure di esubero". "Nemmeno nel pubblico impiego, che dovrebbe 'liberare' più di 6.000 posti di lavoro e ben 16.000 nel caso della scuola, c'è la certezza di un turn over a somma zero, stante le ben note difficoltà normative e procedurali", riflette l'autore. "Quanto al reddito di cittadinanza, non ha finora prodotto un solo posto di lavoro e, francamente, visto l'impianto normativo e l'approccio tanto scenografico quanto impalpabile sul piano dei contenuti prodotto finora da Anpal, si fatica a immaginare per i prossimi mesi un esito anche soltanto simbolicamente positivo", conclude l'Osservatorio.

in evidenza
Eva Henger 'guarda avanti' E la foto del suo LATO B...

Ashley Graham nuda al 100%

Eva Henger 'guarda avanti'
E la foto del suo LATO B...

in vetrina
Elodie e Marracash, bacio appassionato. E il commento di Belen...

Elodie e Marracash, bacio appassionato. E il commento di Belen...

motori
FCA: avviati i primi test di produzione della Jeep® Compass, ibrida plug-in

FCA: avviati i primi test di produzione della Jeep® Compass, ibrida plug-in

i più visti
Zurich Connect

Zurich Connect ti permette di risparmiare sull'assicurazione auto senza compromessi sulla qualità del servizio. Scopri la polizza auto e fai un preventivo

i blog di affari
Il Tribunale annulla il pignoramento ma la banca non sblocca il conto.
di sotto: Avv. M. Sances e Avv. H. Pisanello
Intervista a Maria Grazia Calandrone. “Siamo un impasto di bene e di male”
di Ernesto Vergani
Ricatti online a sfondo sessuale, gli hacker guadagnano 15mila euro al mese
di Nicola Bernardi

I sondaggi di AI

Duello in tv tra Renzi e Salvini: chi ti e' piaciuto di piu'?


RICHIEDI ONLINE IL TUO MUTUO
Finalità del mutuo
Importo del mutuo
Euro
Durata del mutuo
anni
in collaborazione con
logo MutuiOnline.it
Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2019 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.