Foggia, 7 nov. (Labitalia) - "Quest'anno, finalmente, dopo anni di tribolazioni, tra attacchi di mosca e grandine, abbiamo una produzione di altissima qualità. Non ci sono stati attacchi parassitari né fenomeni di grandine. La raccolta di oliva Dop è cominciata il 1° ottobre, come previsto dal disciplinare, e le quantità trasformate sono già tante. L'unica pecca, forse, è che il prodotto non sarà così tanto, ma non possiamo considerarla neanche un'annata di scarica. Quindi, un'annata media come quantità e sicuramente ottima per quanto attiene alle pezzature e come qualità". Ad affermarlo è Giuseppe Dibisceglia, direttore del Consorzio di tutela oliva da mensa Dop 'La Bella della Daunia - Varietà Bella di Cerignola'. Una qualità di oliva, nota per la grossezza e consistenza della polpa, utilizzata a tavola, come aperitivo ma anche in cucina, che viene prodotta principalmente nel comune di Cerignola (Foggia) e in misura ridotta nei comuni di Ortanova, San Ferdinando di Puglia, Stornara, Stornarella e Trinitapoli, rientranti nella grande pianura del 'Tavoliere delle Puglie'."La quantità della varietà 'La Bella di Cerignola' ottenibile nell'areale di Cerignola, e nei paesi del disciplinare di produzione, è di 50-60mila quintali; la produzione assoggettata ai controlli della Dop è di circa 5mila quintali, quindi rappresenta circa il 10%. L'obiettivo e la speranza è che in un futuro molto prossimo ci sia una quantità sempre maggiore di prodotto certificato", spiega.Al Consorzio aderiscono 48 aziende olivicole. "Come Consorzio ci abbiamo creduto: nel 2000 abbiamo ottenuto la Dop, il riconoscimento più importante rilasciato dal Mipaaf, dopo un iter complesso, e mantenere questo riconoscimento significa espletare tutta una serie di attività di vigilanza ma anche di tutela, promozione e valorizzazione, cosa che questo Consorzio da quando è nato, 15 anni fa, fa in maniera dignitosa", sottolinea il direttore. "Anche l'adesione all'Aicig e la presenza nel Cda dell'associazione del nostro presidente - ammette Dibisceglia - ci ha permesso di avere maggiori opportunità di essere presente in tante manifestazioni". "L'augurio è che sempre più aumenti la qualità del prodotto certificato e che gli altri trasformatori e confezionatori locali riescano ad avvicinare gli olivicoltori al discorso della Dop e loro a trasformare e confezionare il prodotto e commercializzarlo con questo prestigioso marchio che consente di ottenere valore aggiunto e ritorni economici sicuramente più gratificanti per tutta la filiera", conclude.

in evidenza
Vegano, arancione, alla cannabis Vino mania : dieci tendenze

Costume

Vegano, arancione, alla cannabis
Vino mania: dieci tendenze

in vetrina
Asteroide verso la Terra. Rischio gelo perenne e choc climatico

Asteroide verso la Terra. Rischio gelo perenne e choc climatico

motori
Ferrari Dolcevita, il ritorno nel mondo delle coupè 2+2

Ferrari Dolcevita, il ritorno nel mondo delle coupè 2+2

i più visti
Zurich Connect

Zurich Connect ti permette di risparmiare sull'assicurazione auto senza compromessi sulla qualità del servizio. Scopri la polizza auto e fai un preventivo

i blog di affari
Crediti a rischio UtP. Serendebity offre la soluzione "Ingegneria Gestionale"
di Paolo Brambilla - Trendiest
Obsolescenza ed economia circolare: risparmio e cura dell'ambiente
di Redazione
Sciopero dei giornalisti di Repubblica. Vittime del liberismo che celebrano
di Diego Fusaro

I sondaggi di AI

Chi voteresti in caso di elezioni politiche?


RICHIEDI ONLINE IL TUO MUTUO
Finalità del mutuo
Importo del mutuo
Euro
Durata del mutuo
anni
in collaborazione con
logo MutuiOnline.it
Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2019 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.