Roma, 11 giu. (Labitalia) - Un salario minimo stabilito per legge può confliggere con la Costituzione, e in nome dell'attuazione dell'art 36 (“Il lavoratore ha diritto ad una retribuzione proporzionata alla quantità e qualità del suo lavoro e in ogni caso sufficiente ad assicurare a sé e alla famiglia un’esistenza libera e dignitosa”) può ledere l'art.39, che attribuisce alle organizzazioni sindacali la personalità giuridica e la potestà di stipulare contratti collettivi con efficacia obbligatoria (erga omnes) per i lavoratori delle diverse categorie. E' questa l'opinione di un profondo conoscitore di storia sindacale, storia di cui lui stesso è stato protagonista: Walter Galbusera, economista (è laureato alla Bocconi), a lungo segretario generale della Uil Metalmeccanici di Milano, e ora presidente della Fondazione Anna Kuliscioff. "Nel disinteresse della pubblica opinione -afferma Galbusera- con la sostanziale condivisione delle maggiori organizzazioni sindacali e utilizzando la bandiera del salario minimo, si delinea un progetto sotterraneo di revisione costituzionale, avviata con un disegno di legge da parte del presidente 5Stelle della commissione Lavoro del Senato, Nunzia Catalfo, a cui si accompagna un ddl del senatore Pd Tommaso Nannicini che, pur allargando l’orizzonte al tema della partecipazione dei lavoratori (richiamando l’articolo 46 della Costituzione), ha molti aspetti in comune con quello grillino"."Entrambi hanno l’obiettivo dichiarato di stabilire un salario minimo per dare attuazione all’articolo 36 della Costituzione il cui effetto sarebbe però anche quello, seppur in via indiretta, di 'manomettere' l’articolo 39", aggiunge l'ex sindacalista.Una legge potrebbe avere l'effetto "di attribuire ai soli gruppi dirigenti di Cgil, Cisl, Uil e Confindustria, che oggi legittimamente si autogovernano, la rappresentanza presunta ope legis che li trasformerebbe (in violazione appunto dell’articolo 39) in fonti di produzione giuridica attraverso l’estensione erga omnes dei contratti collettivi da essi sottoscritti", spiega Galbusera. "In sostanza, si otterrebbe l’applicazione dell’articolo 39 senza rispettarne i presupposti indicati, aggirando le condizioni poste dai costituenti (statuto interno a base democratica e registrazione) per ottenere gli stessi risultati. Naturalmente, un peso non indifferente avrebbero la modalità con cui si dovrebbe accertare l’effettiva rappresentanza di iscritti e voti elettorali ricevuti e, soprattutto, le modalità attraverso le quali si esprime la volontà dei lavoratori e delle imprese che, attraverso forme di democrazia delegata o di democrazia diretta, decidono se accettare o respingere i contenuti di un accordo", dice l'ex sindacalista. "Non si può certo rappresentare questo progetto come la replica del 'Patto di Palazzo Vidoni' del 1925 quando i sindacati fascisti e la Confindustria si auto attribuirono la rappresentanza reciproca ed esclusiva delle forze sociali, ma occorre costruire un percorso condiviso per dare effettiva attuazione a norme di trasparenti e rispettare la effettiva volontà dei lavoratori che si ritrovano nelle diverse organizzazioni", conclude Galbusera.

in evidenza
DILETTA LEOTTA... SENZA SLIP? Guarda la foto che scalda il web

Belen, sotto il lenzuolo niente

DILETTA LEOTTA... SENZA SLIP?
Guarda la foto che scalda il web

in vetrina
BELEN, LA FARFALLINA TORNA PIU' BELLA CHE MAI... Le foto delle Vip

BELEN, LA FARFALLINA TORNA PIU' BELLA CHE MAI... Le foto delle Vip

motori
Lo sportivo GLA completa la gamma suv di casa Mercedes

Lo sportivo GLA completa la gamma suv di casa Mercedes

i più visti
Zurich Connect

Zurich Connect ti permette di risparmiare sull'assicurazione auto senza compromessi sulla qualità del servizio. Scopri la polizza auto e fai un preventivo

i blog di affari
Master in Private Banking & Wealth Management per giovani laureati o laureandi
di Paolo Brambilla - Trendiest
Le capitali europee meno gettonate da visitare a Natale
Johnson come Churchill: rilancia l'asse con gli Usa e si libera dell'Europa

I sondaggi di AI

Ipotesi elezioni politiche a fine marzo. Chi voteresti?


RICHIEDI ONLINE IL TUO MUTUO
Finalità del mutuo
Importo del mutuo
Euro
Durata del mutuo
anni
in collaborazione con
logo MutuiOnline.it
Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2019 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.