Fondatore e direttore
Angelo Maria Perrino

Affaritaliani.it all'internetday con il gotha del digitale. Il video integrale

Digitale, a Roma l'Internetday di Agi-Censis. Tra gli ospiti Calenda, Casaleggio, Catania e Perrino, direttore di Affaritaliani.it. Ecco il video integrale

Affaritaliani.it all'internetday con il gotha del digitale. Il video integrale
L'intervento di Angelo Perrino, direttore di Affaritaliani.it, all'Internet Day che ha visto la partecipazione del gotha del digitale al Maxxi di Roma.

Affaritaliani.it all'internetday con il gotha del digitale. Ecco il video integrale

 

AGI apre le celebrazioni dell'#internetday presentando il Diario dell'Innovazione AGI/CENSIS "Uomini, robot e tasse: il dilemma digitale". Organizzato con il patrocinio di Confindustria Digitale, l'evento si è svolto la mattina del 28 aprile al Maxxi di Roma. Illustrato dal segretario generale del Censis, Giorgio De Rita, il rapporto è stato al centro di un dibattito con il direttore di AGI, Riccardo Luna, il ministro dello Sviluppo Economico, Carlo Calenda, il presidente della Casaleggio Associati, Davide Casaleggio, e il presidente di Confindustria Digitale, Elio Catania. Tra i protagonisti dell'evento Affaritaliani.it, con il case study del primo quotidiano on line presentato dal fondatore e direttore Angelo Perrino. Perrino ha raccontato come, 21 anni fa, decise di lanciare il primo quotidiano on line italiano: "capii che non aveva più senso leggere domani le notizie di oggi in forza di un vincolo tecnologico settecentesco che Internet consentiva di superare".

 

Affaritaliani.it all'internetday con il gotha del digitale. Le parole del ministro Carlo Calenda

 

 

Il ministro dello Sviluppo economico Carlo Calenda è intervenuto così: "Per la prima volta l'innovazione tecnologica da una parte molto rilevante della popolazione è sentita come un pericolo. Non si può fare una narrazione ottimistica di questi processi, si deve farne una narrazione realistica, pragmatica. Questi fenomeni vanno studiati, governati e spiegati ai cittadini per come sono, non come vorremmo che fossero. La globalizzazione e l'innovazione tecnologica fratturano la società in modo fortissimo tra vincitori e vinti. Faccio un esempio che trovo illuminante: l'anno scorso abbiamo fatto il record assoluto di export, da quando la Cina è entrata nel Wto l'abbiamo aumentato di 150 miliardi di euro. Tutto bene, dunque? No: abbiamo perso il 25% di base manifatturiera. Come stanno insieme questi due dati? Proprio per il principio della frattura. Quel che è successo con la globalizzazione è che ha tirato fuori un miliardo di persone dalla povertà. La tecnologia opera allo stesso modo, distingue con grandissima chiarezza chi ha la possibilità di educarsi non solo nelle competenze tecniche e chi ha la possibilità di investire. L'innovazione tecnologica porta, inoltre a un cambiamento di paradigma del lavoro, ma se questo sia positivo o negativo dipende da noi. Si sottostima la sua importanza per il welfare e l'ambiente. Il futuro del Sistema sanitario nazionale dipende dalla possibilità di usare i big data. E oggi per la prima volta le rinnovabili iniziando a diventare remunerative, o comunque raggiungono una parità con le fonti non rinnovabili".

 

 

Affaritaliani.it all'internetday con il gotha del digitale. Le parole di Davide Casaleggio
 
 

Un altro atteso intervento, quello del presidente della Casaleggio associati Davide Casaleggio, si è dedicato in buona parte al tema startup: “L'Italia è troppo indietro rispetto agli altri Paesi europei nella sfida imprenditoriale sulle nuove tecnologie. In Italia sono pochissimi gli esempi di startup di successo che sono riuscite a posizionarsi sul mercato, grazie a investimenti iniziali soprattutto esteri. Gli investimenti sono attorno ai 150 milioni di euro, se confrontiamo questi risultati con quelli di altri Paesi europei vediamo che si tratta di una cifra che non sta in piedi, che non permette alle aziende italiane di competere sul mercato europeo, tantomeno con quello degli Stati Uniti. La Gran Bretagna ha investito 3,2 miliardi di euro solo nel 2016, la Francia 2,7 miliardi e la Germania 2 miliardi. Dal 2012 ad oggi ci sono state diverse azioni, anche in Italia, che hanno facilitato l'attivazione di nuove startup. Il problema italiano è sicuramente la parte che riguarda gli investimenti non solo pubblici, ma anche privati. Un altro esempio è che in Francia nei primi due mesi del 2017 sono stati investiti 472 milioni di euro, il che vuol dire 3 volte quello che è stato investito in tutto il 2016 in Italia. Non possiamo permetterci di avere questo gap. L'Italia è agli ultimi posti della classifica europei. È necessario quindi capire come creare un'infrastruttura per queste startup e per l'innovazione in generale”.

 

 

Internet Day, 31 anni dopo la prima connessione via satellite alla rete globale a Pisa

 

 

L'evento cade a 31 anni di distanza da quando a Pisa, sede del Centro nazionale universitario di calcolo elettronico, venne realizzata la prima connessione via satellite alla rete globale. Dopo 31 anni sono ancora molte le sfide che devono essere affrontate. Il 2016, cosi come raccontato da AGI in un ebook, e' stato l'anno delle post verita' e delle fake news, fenomeni che hanno ricoperto ruoli di primo piano nei social e sul web. La seconda edizione dell'#internetday è stata l'occasione per ricordare un giorno di festa e, allo stesso tempo, promuovere la cultura digitale e la diffusione della rete. Tra i relatori anche Paola Bonomo, consigliere indipendente advisor e business angel, Matteo Stifanelli, country manager Airbnb Italia, Pier Luigi Dal Pino, direttore centrale Microsoft Italia, Marco Gay, presidente Giovani imprenditori di Confindustria, Maximo Ibarra, Ceo Windtre, Massimo Mazzocchini, country manager Nokia Italia, Francesco Stronati, vice president IBM Italia, Claudio Roveda, direttore generale Fondazione Cotec, Stefano Trumpy, presidente Internet Society Italiana, e i migliori innovatori e creatori italiani. A seguire, un brainstorming tra i giovani creatori d'innovazione e i pionieri dell'Internet Italiano della Internet Society, l'organizzazione internazionale di supporto alla rete, fondata da chi ha 'creato' la rete.

 

agi internetday
 
Affaritaliani.it all'internetday con il gotha del digitale. Il rapporto AGI/CENSIS

 

Quello su "Uomini, robot e tasse: il dilemma digitale", è il primo di quattro rapporti AGI/CENSIS dedicati a specifici temi di attualita': dagli impatti della tecnologia sul mercato del lavoro, all'evoluzione del rapporto tra gli italiani e la PA digitale, da come le tecnologie stanno cambiando il modo di abitare le citta', alla panoramica dei comportamenti sullo sfondo della decarbonizzazione dell'economia urbana. Il progetto nasce dalla realizzazione di una piu' ampia ricerca annuale e costituira' parte del "Rapporto sulla Cultura dell'Innovazione" promosso dalla Fondazione Cotec e presentato al Quirinale, alla presenza del Presidente della Repubblica Sergio Mattarella, in occasione della Giornata dell'Innovazione.

Affaritaliani.it all'internetday con il gotha del digitale. Le parole 

I giochi del momento:

In Vetrina

Justine Mattera senza slip. Belen nuda in vasca, Vonn in topless. LE FOTO

In evidenza

I migranti diventano mostra 65 artisti li raccontano
Zurich Connect

Zurich Connect ti permette di risparmiare sull'assicurazione auto senza compromessi sulla qualità del servizio. Scopri la polizza auto e fai un preventivo

casa, immobiliare

Motori

E’ iniziata l’avventura della Citroen C4 Cactus: direzione Pechino

Abiti sartoriali da Uomo, Canali

Dal 1934 Canali realizza raffinati abiti da uomo di alta moda sartoriale. Scopri la nuova collezione Canali.